Articoli

Libri

Accadde oggi a San Marino

Repubblica di San Marino

Storia / History of Republic of San Marino

San Marino webcam NE

Meteo San Marino   San Marino webcam SW

Sismografo San Marino seismograph

 

 

0.  Il nome ephedra

00. Presentazione

 

Ephedra

 Associazione culturale sammarinese

 

Lettera aperta al Presidente del P.S.D.

 

Attività successive

18-CONVEGNO Agenda 21

17-INCONTRO 2° prof. Campanini

16-Urgente un codice etico per la politica

15-INCONTRO prof. Santolini

14-Comunicato udienza Ecc.ma Reggenza

13-Lettera-comunicato ai sottoscrittori del CODICE ETICO

12-INCONTRO prof. L. Prenna

11-Proposte per il programma del nuovo governo

10-Lettera aperta, sul CODICE ETICO, a PSD,AP e SU, nuova maggioranza politica

9-Lettera aperta al Presidente del PSD sul CODICE ETICO

8-Comunicato sulle elezioni politiche del 4 giugno 2006

7-Elenco sottoscrittori CODICE ETICO elezioni 4 giugno 2006

6-Proposta di un CODICE ETICO per elezioni 4 giugno 2006

5-Incontro-ASSEMBLEA Montecchio

4-INCONTRO sullo Stato di Diritto

3-INCONTRO prof. Monticone

2-INCONTRO prof. Campanini

1-INCONTRO prof. Preziosi

 

Gent.mo Presidente del P.S.D. Dr. Giuseppe Maria Morganti,

 

con la proposta di un “codice etico per la politica” l’Associazione Ephedra intendeva sollecitare tutti i candidati iscritti nelle diverse liste elettorali ad esprimere una scelta autonoma, che li impegnasse personalmente a comportamenti di onestà, rigore, moralità, fedeltà agli impegni e trasparenza.

Avevamo richiesto alle forze politiche la collaborazione per far conoscere ai candidati il contenuto del codice, affinché poi autonomamente arrivassero alla determinazione se firmarlo o meno. Il Suo Partito, invece, ha deciso di deliberarne la sottoscrizione da parte di tutti i suoi rappresentanti di lista, così i 46/60 lo hanno fatto.

L’Associazione ha apprezzato questo slancio verso la moralità, anche se non Le nascondiamo che avrebbe preferito che ogni singolo rappresentante fosse stato completamente libero di decidere personalmente ed in coscienza cosa fare. Ciò in ragione del fatto che alcuni dei candidati nelle file del PSD, ma anche di altri partiti, non hanno un passato che si potrebbe definire “cristallino”, quindi piuttosto che obbedire ad un ordine di partito era meglio lasciare loro l’intera responsabilità se firmare o meno.

Ad esempio nel PDCS, che ha scelto la linea di condotta dell’autodeterminazione, solo un candidato ha firmato il codice, in alcuni partiti nessuno. Si tratta di scelte che noi rispettiamo, perché quando si sottoscrive pubblicamente un impegno etico poi bisogna dimostrare con i fatti e di fronte ai cittadini di saperlo e volerlo rispettare.

Ora, con questa discutibile ma legittima decisione del PSD, Lei in qualità di Presidente e legale rappresentante si è assunto l’onere di essere il garante del comportamento dei candidati e del loro rispetto del contenuto del codice etico per la politica proposto da Ephedra.

In ragione di tutto questo siamo a chiederLe conto di quanto si è verificato nelle ultime elezioni politiche, cioè dell’ignobile mercato del voto che ancora una volta ha infangato la democrazia del nostro Paese ed ha umiliato tanti “cittadini” degradandoli al ruolo di “sudditi”.

L’Associazione Ephedra Le chiede di dichiarare pubblicamente se il PSD è estraneo o meno a questa pratica delinquenziale, soprattutto ci deve dimostrare che l’articolo n. 7 del codice, regolamentante il comportamento in campagna elettorale, sia stato pienamente rispettato da tutti i candidati del PSD.

Tale articolo recita che ogni candidato “… si astiene dall’ottenere qualsiasi suffragio con mezzi che non siano la persuasione o il convincimento …” rispetto alle idee contenute nel programma, quindi non cerca di ottenere consensi “…con la manipolazione delle liste elettorali e/o dei risultati della votazione, nonché con la concessione di vantaggi o di promesse di vantaggi”.

Scorrendo i candidati risultati eletti nelle liste del Suo Partito non Le sarà sfuggito il fatto che il più votato (ma anche diversi di coloro che hanno ottenuto un elevato numero di suffragi) non è che eccella per capacità di analisi politica, di elaborazione di proposte, di comunicazione e convincimento sulla base delle proprie idee e dei programmi. Ciò almeno a giudizio di un cittadino onesto e di media cultura! Come spiegherebbe Lei ai cittadini sammarinesi, residenti e non, le ragioni di tale successo?

L’Associazione Ephedra non pone queste domande, che potranno anche sembrare forti ed ingenerose, per attaccare o mettere in difficoltà Lei od il Suo Partito, ma perché attribuisce molta importanza a questa iniziativa, al punto da definirla come “…l’ultima occasione per superare la crisi della politica e della rappresentanza democratica, … la crisi di credibilità delle istituzioni, l’immagine negativa e di degrado dell’etica nella politica radicata fra la gente, lo scollamento fra istituzioni e cittadini che invece di sentirsi partecipi della vita pubblica si sentono sempre più lontani ed esclusi”.

Ephedra, insieme a tutti i “cittadini per bene” che ancora vivono e sperano in questo Paese, attende da Lei una risposta sincera e leale, soprattutto esige che vengano definite quali saranno le iniziative ed i provvedimenti che il PSD metterà in essere per accertare i fatti ed “emarginare politicamente” gli eventuali trasgressori, nonché di conoscere tra quanto tempo i cittadini verranno messi a conoscenza delle decisioni adottate.

Ribadiamo infine che deve essere in primo luogo la magistratura ad indagare ed accertare quanto è accaduto arrivando a colpire i colpevoli ed a ripristinare la legalità, ma non può venir meno l’impegno delle forze politiche verso la coerenza e la trasparenza.

Ephedra continuerà a vigilare sul rispetto del codice etico per la politica, chiedendo però di essere coadiuvata in questo compito in primo luogo da tutti i cittadini sammarinesi che devono avere il coraggio di denunciare abusi ed incoerenze, poi dalla collaborazione dei mezzi di informazione, ed infine dalle persone per bene che ancora decidono di impegnarsi in politica, affinché insieme non perdiamo la speranza e la capacità di costruire una reale e corretta democrazia partecipativa a San Marino.

Con stima. 

il comitato promotore di ephedra

   San Marino 13 giugno 2006