Articoli

Libri

Accadde oggi a San Marino

Repubblica di San Marino

Storia / History of Republic of San Marino

San Marino webcam NE

Meteo San Marino   San Marino webcam SW

Sismografo San Marino seismograph

 

Scegli la sezione

00.  Composizione del governo

0.  le segreterie e segretari di stato  in dettaglio

I. DICHIARAZIONE CONGIUNTA PSD-AP

II. PROGAMMA di GOVERNO

 

GOVERNO ATTUALE

    Governo formato dai partiti

 

Partito dei Socialisti e dei Democratici

Alleanza Popolare

Sinistra Unita

 

PROGRAMMA DI GOVERNO, PER LA XXVI LEGISLATURA

SAN MARINO, 17 LUGLIO 2006

 

Scegli il punto del programma

2_1- Premessa

2_2- Il metodo

2_3- Il sistema elettorale

2_4- Le politiche istituzionali

2_5- La Pubblica Amministrazione

2_6- Politica estera e relazioni internazionali

2_7- Politiche economiche

2_8- Politiche di bilancio

2_9- Politiche del lavoro

2_10-Politiche previdenziali 

2_11- Politiche sanitarie

2_12- Politiche sociali

2_13- Politiche culturali e della formazione

2_14- Politiche ambientali e del territorio

2_15- Politiche dello sport

1- Premessa

La consultazione elettorale del giugno 2006 ha rappresentato una chiara indicazione

di cambiamento, sia per le forze politiche, sia per i soggetti che, a diverso titolo, agiscono

nella società sammarinese.

Il corpo elettorale ha chiesto anzitutto che i soggetti politici si assumano, in via

preventiva, una responsabilità programmatica e di schieramento per consentire al cittadino

una efficace possibilità di scelta, ha chiesto comportamenti coerenti tra la fase di proposta e

quella di realizzazione, ha chiesto una stabilità del sistema non come risultato numerico della

inerzia di forze contrapposte ma come valorizzazione del sistema dialettico che genera

maggioranza ed opposizione, nella chiarezza dei programmi e dei metodi.

Il Partito dei Socialisti e dei Democratici, Alleanza Popolare, Sinistra Unita si

assumono la responsabilità di governare il Paese sulla base del mandato elettorale ricevuto,

consapevoli dei problemi ma fiduciosi nella possibilità di superarli, aperti al contributo di altre

forze politiche che condividono la sostanza delle analisi e che si pongono in un costruttivo

atteggiamento di dialogo e di proposta.

Alla base dell’intesa politica e programmatica ci sono la volontà riformatrice, segno di

discontinuità, l’alternanza come valore della democrazia, la moralità nei comportamenti

politici e l’impegno a garantire la stabilità.

Ogni azione di riforma deve avere come obiettivo il bene comune ed ogni atto

riformatore deve essere inserito, proprio perché innovativo, dentro il solco storico che ha

costituito l’essenza del sorgere e del permanere, pur in condizioni sempre diverse, della

nostra libera comunità.

Oggi ci sono circostanze interne ed esterne che ci impongono di modificare e di

adeguare le forme dell’agire politico anche recuperando valori antichi, dando loro forme

consone alla evoluzione della società.

Il PSD, AP e SU, nel dare vita al nuovo Esecutivo, si pongono con responsabilità di

fronte al Paese per realizzare le riforme necessarie ed aprire nuove prospettive di sviluppo,

mettendo in atto un corretto metodo di governo ed adeguati rapporti con le parti economiche

e sociali e con le organizzazioni internazionali ed i cittadini.