Articoli

Libri

Accadde oggi a San Marino

Repubblica di San Marino

Storia / History of Republic of San Marino

San Marino webcam NE

Meteo San Marino   San Marino webcam SW

Sismografo San Marino seismograph

 

Scegli la sezione

00.  Composizione del governo

0.  le segreterie e segretari di stato  in dettaglio

I. DICHIARAZIONE CONGIUNTA PSD-AP

II. PROGAMMA di GOVERNO

 

GOVERNO ATTUALE

    Governo formato dai partiti

 

Partito dei Socialisti e dei Democratici

Alleanza Popolare

Sinistra Unita

 

PROGRAMMA DI GOVERNO, PER LA XXVI LEGISLATURA

SAN MARINO, 17 LUGLIO 2006

 

Scegli il punto del programma

2_1- Premessa

2_2- Il metodo

2_3- Il sistema elettorale

2_4- Le politiche istituzionali

2_5- La Pubblica Amministrazione

2_6- Politica estera e relazioni internazionali

2_7- Politiche economiche

2_8- Politiche di bilancio

2_9- Politiche del lavoro

2_10-Politiche previdenziali 

2_11- Politiche sanitarie

2_12- Politiche sociali

2_13- Politiche culturali e della formazione

2_14- Politiche ambientali e del territorio

2_15- Politiche dello sport

 

2- IL METODO

All’impegno programmatico si accompagna la forte volontà di attuare un metodo fatto

di legalità, moralità, trasparenza e partecipazione.

Traduzione concreta di questi principi nell’agire dell’Esecutivo, improntato alla

necessaria collegialità, saranno il rispetto formale e sostanziale dell’autonomia dei diversi

poteri dello Stato in uno spirito di equilibrio, la pubblicità degli atti e la motivazione delle

scelte con l’assunzione delle responsabilità che competono sia ai soggetti statuali sia a quelli

politici e sociali. L’azione di governo, attraverso gli strumenti più adeguati, dovrà vedere la

partecipazione dei cittadini al fine di promuovere una forte società civile, istituzioni autorevoli,

regole democratiche condivise, uno Stato che abbia la legge come regola costantemente

osservata, riconosca il merito, abbia a cuore la solidarietà, valorizzi le competenze, diffonda

l’informazione e la conoscenza.

La responsabilità delle decisioni, secondo i principi dell’ordinamento, sarà il risultato

di un processo di informazione attiva e le differenti visioni, nel reciproco rispetto, fanno parte

della normale dialettica democratica.

Al fine di stabilire un rinnovato e più efficace rapporto fra le scelte di governo ed i

cittadini, la coalizione intende dotarsi di un nuovo strumento, il Referendum Consultivo,

promosso dal Governo, quale mezzo innovativo di partecipazione e conoscenza per il

supporto delle scelte.

Allo scopo di rafforzare la tutela della moralità nei comportamenti degli amministratori

pubblici sarà valutata la possibilità di istituire la figura del Difensore Civico.

Il rafforzamento del senso dello Stato si esercita anche attraverso il buon uso delle

risorse finanziarie. Pertanto ogni provvedimento del Governo che comporti spesa deve

essere motivato, deve aver la copertura finanziaria, deve rispondere al criterio costi/benefici.

Il tutto entro una cornice di programmazione di bilancio secondo una gerarchia di priorità e

una valutazione prospettica oltre il contingente.

Saranno segnali chiari di cambiamento nei metodi e nei contenuti la coerenza tra le

parole ed i fatti, l’onestà e la lealtà verso i cittadini e verso lo Stato, il riordino anche

normativo in vari settori, il coinvolgimento delle professionalità presenti nel Paese, la

valorizzazione della sovranità del nostro Stato in tutti gli ambiti di intervento.

La prevalenza dell’interesse generale rispetto a quelli singoli sarà guida ed

orientamento dell’azione di Governo.