Articoli

Libri

Accadde oggi a San Marino

San Marino

Storia / History

Meteo San Marino

San Marino webcam

Sismografo San Marino seismo

CONVENTIO Inter Apostolicam Sedem et Rem Publicam Sancti Marini

Accordo San Marino e Santa Sede 

 San Marino, 2 aprile 1992: Protocollo addizionale

 

Repubblica di San Marino e Religione

ARTICOLI

-1-Nomina, residenza

-2-Cappellano dell'Ospedale e della Casa di Riposo

-3-Assistenza religiosa ai carcerati

-4-Parrocchie e curazie

-5-Parrocchie: personalità giuridica civile

-6-Basilica del Santo, luogo anche civile, reliquie

-7-Fondo di sostentamento clero, importo minimo

-8-Amministrazione dei beni degli enti

-9-Manutenzione degli edifici di culto e annessi

-10-Prelazione dello Stato in caso di alienazione

-11-Commissione paritetica come arbitrato

-12-Entrata in vigore e firme

    PROTOCOLLO ADDIZIONALE

LA SANTA SEDE E LA REPUBBLICA DI SAN MARINO
desiderando la Chiesa cattolica e lo Stato, nel reciproco rispetto della indipendenza e sovranità che ciascuno di essi ha nel proprio ordine, proseguire la leale E proficua collaborazione nelle materie di comune interesse e specialmente in quelle concernenti i valori fondamentali della persona umana, per il bene dell'uomo e della società di San Marino;
hanno convenuto sull'opportunità di addivenire al presente Accordo:

PROTOCOLLO ADDIZIONALE (PER INTERO)

ADNEXUM

Al momento della firma dell'Accordo su alcune materie di comune interesse per la Chiesa e lo Stato, la Santa Sede e la Repubblica di San Marino, al fine di assicurare la migliore applicazione dello stesso Accordo e ad integrazione di esso, dichiarano di comune intesa:
 

1. IN RELAZIONE ALL'ARTICOLO 2

    Al fine di meglio provvedere ad assicurare l'attività pastorale del Cappellano dell'Ospedale e della Casa di Riposo, e così meglio corrispondere
alle attese delle persone interessate, il rapporto tra l'Istituto per la Sicurezza Sociale ed il Cappellano sarà regolato mediante una convenzione da stipulare tra lo stesso Istituto e il Vescovo diocesano.

2. IN RELAZIONE ALL'ARTICOLO 5, B)

    Risultano esistenti, al presente, le seguenti parrocchie ed enti ecclesiastici:
 

    A) PARROCCHIE

     Parrocchia di Sant'Andrea Apostolo in Acquaviva. Parrocchia dei Santi Antimo e Marino in Borgo Maggiore. Parrocchia di San Giovanni Battista in Chiesanuova. Parrocchia di Maria Ausiliatrice in Dogana. Parrocchia di San Michele Arcangelo in Domagnano. Parrocchia di San Paolo Apostolo in Faetano. Parrocchia di San Pietro Apostolo in Falciano. Parrocchia di San Bartolomeo Apostolo in Fiorentino. Parrocchia di San Lorenzo in Montegiardino. Parrocchia di Sant'Andrea Apostolo in Serravalle. Parrocchia di San Giovanni Sotto Le Penne. Parrocchia dei Santi Pietro, Marino e Leone in San Marino Città.

B) ENTI ECCLESIASTICI

     Compagnia del SS.mo Sacramento nella Parrocchia di Acquaviva. Legato Sabbatoni nella Parrocchia di Acquaviva. Compagnia Madonna della Consolazione nella Parrocchia di Borgo Maggiore. Compagnia della Croce di Borgo Maggiore nella Parrocchia di Borgo Maggiore. Beneficio San Rocco in Cailungo nella Parrocchia di Borgo Maggiore. Compagnia del SS.mo Sacramento nella Parrocchia di Chiesanuova. Compagnia del SS.mo Sacramento nella Parrocchia di Domagnano. Cappella Paolini nella Parrocchia di Domagnano. Beneficio Babboni D. Cristoforo nella Parrocchia di Domagnano. Compagnia SS.mo Sacramento nella Parrocchia di Faetano. Legato Ugolini Savioli nella Parrocchia di Faetano. . Compagnia SS.mo Sacramento nella Parrocchia di Fiorentino.
Compagnia del S. Rosario nella Parrocchia di Fiorentino. Compagnia del SS.mo Sacramento nella Parrocchia di Montegiardino. Cappella Micheloni nella Parrocchia di Montegiardino. Cappella Piccioni nella Parrocchia di Montegiardino. Compagnia del SS.mo Sacramento nella Parrocchia di Serravalle. Compagnia del Crocefisso di Serravalle nella Parrocchia di Serravalle. Compagnia del S. Rosario nella Parrocchia di Serravalle. Cappella Lazzarini nella Parrocchia di San Giovanni Sotto Le Penne. Compagnia Madonna del Carmine in San Marino Città. Compagnia Madonna di Ca' Centino in San Marino Città. I Compagnia del SS.mo Sacramento in San Marino. Cappella Bonetti in San Marino Città. San Rocco Piagge in San Marino Città. Opera Cattolica Sammarinese Assistenza. Convento San Francesco dei Frati Minori Conventuali in San Marino città. Convento dei Frati Minori Cappuccini in San Marino Città. Cenobio Santa Maria dei Servi in Valdragone. Casa San Giuseppe dei Frati Minori in Valdragone. Monastero di Santa Chiara in Valdragone. Istituto Maestre Pie dell'Addolorata. Guardia d'Onore del Cuore Immacolato di Maria. Salesiani di Don Bosco.

 

3. IN RELAZIONE ALL'ARTICOLO 7

    

 a) Gli importi destinati alla Chiesa cattolica ai sensi dei numeri 2 e 3, saranno corrisposti ad essa dallo Stato entro il 31 ottobre di ogni anno, con esenzione da ogni tipo di imposta.

 b) L'importo di lire duecentottanta milioni di cui al I° comma del numero 3, sarà rivalutato annualmente in base all'evoluzione dell'indice ISTAT del costo della vita.

c) Si procederà alla valutazione di cui al 2° comma del numero 3, assumendo come importo minimo da garantire alla Chiesa al pari di quanto è stato fatto nell'ambito della Commissione paritetica la somma di lire trecento milioni, rivalutata in base all'evoluzione dell'indice ISTAT del costo della vita nel periodo di cinque anni.

 

4. IN RELAZIONE ALL'ARTICOLO 9, I )

    È riconosciuto valore artistico, storico, culturale e architettonico ai seguenti edifici di culto e pertinenti strutture pastorali:

    Chiesa parrocchiale e casa canonica di Sant'Andrea Apostolo Acquaviva. Chiesa parrocchiale e casa canonica dei Santi Antimo e Marino (detta del Suffragio) Borgo Maggiore. Chiesa parrocchiale e casa canonica Santuario Beata Vergine della Consolazione Borgo Maggiore. Cappella di San Rocco Cailungo. Chiesa parrocchiale e casa canonica Chiesanuova. Chiesa parrocchiale e casa canonica Domagnano. Cappella della Torraccia. Chiesa parrocchiale e casa canonica Falciano. Chiesa parrocchiale e casa canonica Faetano. Chiesa parrocchiale e casa canonica Fiorentino. Chiesa parrocchiale e casa canonica Montegiardino. Chiesa parrocchiale e casa canonica San Giovanni Sotto Le Penne. Casa canonica della Pieve San Marino Città. Chiesa parrocchiale e casa canonica Murata. Chiesa del Crocefisso San Marino Città. Chiesa di Casole San Marino Città. Chiesa parrocchiale e casa canonica di Sant'Andrea Apostolo Serravalle. Cappella di San Michele Cailungo di Sotto. Chiesa e Convento di San Francesco San Marino Città. Chiesa e Convento dei Padri Cappuccini San Marino Città. Chiesa e Convento di Santa Maria dei Servi Valdragone. Chiesa e Monastero delle Monache Clarisse Valdragone. Chiesa del Cuore Immacolato di Maria Valdragone.

 

5. IN RELAZIONE ALL'ARTICOLO IO

a) In caso di vendita di beni immobili da parte di enti ecclesiastici, l'Ecc.ma Camera di San Marino può esercitare il diritto di prelazione a parità di condizioni con terzi.

b) Il legale rappresentante dell'ente ecclesiastico che intende vendere un immobile, ne darà comunicazione all'Ecc.ma Camera di San Marino mediante lettera raccomandata con ricevuta di ritorno. Tale comunicazione
conterrà l'indicazione: del bene immobile con i relativi dati catastali; del prezzo; delle modalità di pagamento; di ogni altra condizione o patto inerente al contratto; di eventuali diritti di terzi; di eventuali servitù attive o passive trascritte, nonché di ipoteche; di altri elementi utili al rapporto contrattuale.

c) Entro trenta giorni dalla comunicazione di cui alla lettera precedente, l'Ecc.ma Camera di San Marino, a mezzo lettera raccomandata, manifesterà la volontà di esercitare o meno il diritto di prelazione.

d) Entro sessanta giorni dalla comunicazione di voler esercitare il diritto di prelazione, l'Ecc.ma Camera di San Marino provvederà a soddisfare per intero il pagamento del prezzo.

e) Se i beni immobili che si intende vendere sono in tutto od in parte gravati da diritto di prelazione a favore di terzi, 1'Ecc.ma Camera di San Marino può esercitare il diritto di prelazione solo a condizione che i terzi vi facciano esplicita rinuncia.

f) Qualora siano trascorsi i termini di cui alle lettere c) e d) senza che 1'Ecc.ma Camera di San Marino abbia proceduto ai sensi delle stesse lettere c) e d), l'ente ecclesiastico sarà libero di procedere alla vendita dell'immobile.
Il presente Protocollo addizionale fa parte integrante dell'Accordo firmato contestualmente fra la Santa Sede e la Repubblica di San Marino.
San Marino, due aprile millenovecentonovantadue e milleseicentonovantuno dalla Fondazione della Repubblica.

 

    Per la Santa Sede
Pier Luigi Celata
Arcivescovo tit. di Doclea
Nunzio Apostolico

Per la Repubblica di San Marino
Gabriele Gatti
Segretario di Stato
per gli Affari Esteri

Conventione inter Apostolicam Sedem et Rem Publicam Sancti Marini rata habita, die XI m. Decembris anno MCMXCI1 in Civitate Sancti Marini Ratihabitionis Instrumenta accepta et reddita mutuo fuerunt. Exinde Conventio eodem die vigere coepit ad normam articoli 12 eiusdem Pactionis.

 

 

Clausola di esclusione della responsabilità

Non si può garantire che il testo riportato riproduca esattamente quello ufficiale.  Solo  quello pubblicato sul Bollettino Ufficiale  della Repubblica di San Marino  e su AAS  del Vaticano.

Il testo qui pubblicato è stato ricavato dal sito http://www.olir.it (osservatorio delle libertà ed istituzioni religiose).

Il sito  www.libertas.sm  non assume alcuna responsabilità in merito agli eventuali problemi che possono insorgere per effetto dell’utilizzazione del testo pubblicato.

   

Articoli

Libri

Accadde oggi a San Marino

San Marino

Storia / History

Meteo San Marino

San Marino webcam

Sismografo San Marino seismo