Articoli

Libri

Accadde oggi a San Marino

San Marino

Storia / History

Meteo San Marino

San Marino webcam

Sismografo San Marino seismo

 

Il  Santo Marino

Fondatore e Protettore della Repubblica di  San Marino

Repubblica di San Marino e Religione

0- Origine della Repubblica di San Marino

1-Repubblica con Principe

2-Il Santo Marino Protettore del Montefeltro

3-Il legame fra il Santo Marino e la comunità

4-Santo Marino e nemini teneri

5-Santo Marino  e neminem superiorem

6-Santo Marino e relinquo vos

7-Il Santo Marino dopo l'Unità d'Italia 

 

Il Santo Marino di Luigi E. Mattei autore dell'Uomo della Sindone

- 7-

Santo Marino e 

Relinquo vos liberos ab utroque homine

La quarta tappa del cammino verso la piena sovranità

Relinquo vos liberos utroque homine, nasce nella prima metà del Settecento in un periodo di grande conflittualità fra papa ed imperatore, per difendersi e dall’uno e dall’altro, per prendere le distanze e dall’uno e dall’altro. Continuerà però ad essere diffuso dai sammarinesi come base del loro diritto alla piena autonomia anche nella seconda metà del Settecento quando quel conflitto ormai si è esaurito, ed i pericoli per l’autonomia sammarinese tornano a venire da una parte sola, quella papale. Diventa il manifesto politico con cui rivendicare la indipendenza nei confronti dello Stato della Chiesa di cui la Repubblica è enclave.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 Assunta ormai la valenza politica di una rivendicazione di piena indipendenza, il motto continua ad essere diffuso dai sammarinesi anche quando la Repubblica finisce enclave del nuovo Stato italiano nato dal Risorgimento. A consacrarlo solennemente e definitivamente in questo ruolo è Giosuè Carducci, il Vate del Risorgimento, col suo discorso tenuto sul Titano nel 1894, in occasione dell’inaugurazione del nuovo Palazzo Pubblico.

Lo pronuncia, quel discorso, Carducci, nella sala del Consiglio sotto lo sguardo di un Santo Marino che giganteggia al centro di un quadro che occupa una intera parete - la sala sembra una chiesa! - con in mano un libro aperto ove si legge appunto il motto: Filii, relinquo vos liberos ab utroque homine.

Il motto nel discorso carducciano viene ripreso, esaltato, nel contesto (tutt’altro che positivistico-massonico-liberale) creato dalla frase: in Repubblica buona è ancora lecito non vergognarsi di Dio. Tale frase (e quindi il discorso intero) avrà una eco vastissima sulla stampa, anche per la quasi concomitanza di una affermazione analoga sulla religione pronunciata - inaspettatamente - da Crispi, il Capo del Governo italiano, a Napoli.

Dunque i sammarinesi non sono soggetti né all’autorità del papa né a quella dell’imperatore, perché liberi e dall’uno e dall’altro li ha lasciati il loro Santo.

Articoli

Libri

Accadde oggi a San Marino

San Marino

Storia / History

Meteo San Marino

San Marino webcam

Sismografo San Marino seismo