San Marino

Storia della Repubblica di San Marino  

Tratta dalla videocassetta Nemini  teneri, cioè non dipendere da nessuno

© Copyright by V.E. Pizzulin & M. Cecchetti

1

Il Santo Marino incoronato Principe.Card. Alberoni  Indietro Avanti  

Boutros Boutros-Ghali

Nel frattempo i sammarinesi hanno proceduto ad una ricognizione delle ossa del Santo. Poi hanno  adornato le reliquie   con una corona regale, simbolo di sovranità. E ci hanno scritto ben in chiaro che è il Santo l'autore, il fondatore della loro libertà.

Nessun cardinale o papa, in epoca di controriforma, può togliere la corona a un Santo! 

Basterà?

San Marino, adesso, è in balia di Roma. E'   un paesino come tanti,  aggrappati ancora ai monti, come nel Medioevo, nella miseria di una economia in sfacelo, adesso che il mondo non ha più nel Mediterraneo il suo centro. E' poco più di una municipalità, dentro lo Stato della Chiesa, una minuscola autonomia senza difese, senza protettori. 

Non si arrende. Gioca un'ultima carta: scavalcare lo Stato della Chiesa e farsi conoscere al mondo. 

In Italia, in Europa, ovunque,  duchi e granduchi, principi e   marchesi, baroni, re ed imperatori; dappertutto la cappa dell'oppressione e dell'assolutismo:  un po' di chiarore in Olanda, appena un barlume verso Venezia.   

A Venezia si viene a sapere che: su un cucuzzolo dell'Appennino, dentro lo Stato della Chiesa, c'è  "una comunanza d'huomini montani, che la repubblica amministrano, né servono ad alcuno". 

Gli  scrittori, i giornalisti dell'epoca,  riprendono la notizia,  in polemica contro gli assolutismi. La colorano di libertà e democrazia. La gonfiano fino al mito della  "città felice". 

La notizia esplode in quel mondo dominato dagli assolutismi. Supera le Alpi. Francia, Olanda... Dall'Olanda è rilanciata per tutta Europa assieme ad una  veduta, che, col suo realismo, ne rafforza l'interesse e la credibilità.  

Qualcuno, incuriosito, verrà a vedere. A verificare. Fra questi l'Addison, scrittore inglese degli inizi del Settecento.

La trova davvero, quassù, una  scintilla  della  antica libertà:  fra la gente,  fusa coi sentimenti della fede.  Il Santo, egli nota,   è al centro dell'Altare Maggiore; chi offende il Santo è punito alla pari di chi bestemmia Dio.

Si parla e si scrive di San Marino.

San Marino, prende posto, stabilmente,  nel cuore e nella mente delle genti. E' fatta: d'ora in avanti c'è l'Europa, il mondo a vigilare su San Marino.  

Lo si vede poco dopo,  quando  Roma decide di  sopprimerlo.

Manda il Cardinal Alberoni. Soldati, astuzie giuridiche, pressioni religiose, non bastano a sottomettere i sammarinesi. Le loro grida oltrepassano  lo Stato Pontificio. Parigi, Madrid, Vienna  intervengono.  San Marino riacquista la sua autonomia.

E' il 5 febbraio del 1740, giorno di Sant'Agata: da allora compatrona della Repubblica.

San Marino               San Marino webcam     Meteo San Marino         Avanti

2

NEMINI TENERI

3

Beatus Marinus

4

Consules  1243

5

Malatesta Montefeltro Albornoz

6

 Respublica

7

 Della Rovere

8

 Bembo Addison

9

 Napoleone

10

 Napoleone III Garibaldi

11

UN (ONU)