San Marino

Storia della Repubblica di San Marino  

Tratta dalla videocassetta Nemini  teneri, cioè non dipendere da nessuno

© Copyright by V.E. Pizzulin & M. Cecchetti

1

Napoleone grazia  San Marino e lo eleva a Stato     Indietro  Avanti    

Boutros Boutros-Ghali

L'episodio alberoniano fa il giro del mondo.  Centuplica la simpatia per San Marino. Il mondo si prepara alle rivoluzioni: un San Marino già repubblica, sembra aver anticipato quelle rivoluzioni. 

Anche Napoleone lo vede così. Quando viene giù per la penisola, nel 1797, come un terremoto. Davanti a San Marino, si ferma e lo addita  a   modello di repubblica e di libertà.

Offre addirittura  ingrandimenti territoriali: un ingrandimento fino al mare.

San Marino, prudente, rifiuta. 

Travolge tutto Napoleone. Sconvolge tutto. E prende ovunque ciò che vuole. Cambia e ricambia la geografia politica. Anche le antiche repubbliche:  Lucca, Genova, Venezia... tutte soppresse. San Marino, no: fa eccezione. Rimane. E rimane "repubblica", anche quando, tradendo gli ideali della rivoluzione, pure lui, Napoleone, si metterà sul capo una  corona. 

Per San Marino egli  è il gigante buono. Lo protegge, lo coccola con sproporzionate offerte di doni.

Lo fa crescere. Fino ad elevarlo concretamente a stato. Fino a creargli un posto fra gli stati,   con scambio di ambasciatori e firma di trattati. 

Il NEMINI TENERI   ha,  per la prima volta, il riconoscimento  dei popoli e delle nazioni.    

San Marino            San Marino webcam     Meteo San Marino          Avanti

2

NEMINI TENERI

3

Beatus Marinus

4

Consules  1243

5

Malatesta Montefeltro Albornoz

6

 Respublica

7

 Della Rovere

8

 Bembo Addison

9

 Napoleone

10

 Napoleone III Garibaldi

11

UN (ONU)