mercoledì 18 agosto 2010 18:50

In ricordo della Maestra Alceste Preda Ferri

In ricordo della Maestra Alceste Preda Ferri
Repubblica di San Marino
UFFICIO STAMPA DEL CONGRESSO DI STATO
Comunicato stampa

Si è spenta ieri, a 105 anni, Alceste Preda Ferri, da tutti conosciuta come “la Maestra Alceste”. Oltre un secolo di vita dietro le sue esili spalle; un traguardo importante e per nulla scontato. 105 anni sembrano infiniti… ma sembra anche che non debbano finire mai.

Alceste ci ha lasciato, in punta di piedi. “Si è addormentata serena”, ha detto la figlia Marisa, alla quale ci stringiamo per la perdita della cara Mamma. Con Alceste non è morta solo una Mamma: se ne è andata una Donna, un’Insegnante e una Cittadina, che ha vissuto e segnato la storia della San Marino del Novecento.

Leggendo il suo libro “Una donna del ‘900: le memorie della Maestra Alceste” ci si immerge in racconti autobiografici intrisi di saggezza, che prendono diretti la via del cuore. Non c’è frase, nel libro, da cui non traspaia spontaneità e pace interiore attraverso espressioni come “Quanta vera gioia! Quanta fede! Com’era bello!”. Le sue emozioni, riportate sulla carta, si manifestano oggi ancora vive a chi ha avuto il privilegio di ascoltarla.

L’introduzione al suo scritto è il resoconto di una vita spesa per gli altri. Un elenco di opere compiute con umiltà, che fortifica chi legge. In questa occasione vuole essere anche un ringraziamento, da parte nostra, e un incoraggiamento, che arriva dalla sua. Così è scritto: “Alceste ripercorre la sua vita di donna, di maestra e soprattutto di educatrice in senso etico e morale; l’educazione da lei impartita non si è limitata alla pura trasmissione di competenze e di saperi, ma più in generale ha coinvolto il comportamento e il principio morale, le cosiddette regola di vita, che hanno costituito il presupposto per l’inserimento nella società di quei giovani che ancora, dopo decenni, le rendono grazie. Racconta di una vita povera compensata dall’affetto, dal dialogo sincero, dalla comprensione, e condita da tanta serenità. Parla della Provvidenza, intervenuta in ogni tappa della sua vita, che ha lasciato in lei un segno indelebile”.
Lo stesso segno che ha lasciato nel cuore e nelle memorie di chi ha avuto la fortuna di conoscerla, magari proprio davanti al focolare, facendosi trasportare dalle sue parole, verso un tempo lontano. Grazie Alceste.

Romeo Morri – Segretario di Stato all’Istruzione e alla Cultura
San Marino, 18 agosto 2010/1709 d.F.R.
UFFICIO STAMPA tel. 0549 882225 fax 0549 992018 e-mail: ufficiostampa@esteri.sm