lunedì 4 aprile 2011 19:20

Serenissima Gran Loggia della Repubblica di San Marino, Annuale Incontro Internazionale

Serenissima Gran Loggia della Repubblica di San Marino, Annuale Incontro Internazionale
COMUNICATO STAMPA
SERENISSIMA GRAN LOGGIA DELLA REPUBBLICA di SAN MARINO
Domenica 3 Aprile 2011
Si è tenuto domenica 3 aprile, presso il centro Congressi Kursaal, l’Annuale Incontro Internazionale della Gran Loggia Regolare degli Antichi, Liberi ed Accettati Muratori della Serenissima Repubblica di San Marino, storicamente denominata Serenissima Gran Loggia della Repubblica di San Marino ( il cui acronimo è S.G.L.R.S.M. ).
Il Meeting, giunto alla nona edizione si è aperto con una allocuzione del Gran Maestro Italo Casali sul concetto di libertà (ragione di vita di ogni sammarinese) e sul contributo sammarinese al Risorgimento italiano. Troppo spesso si dimentica, infatti, come fu il cosiddetto "scampo di Garibaldi" avvenuto il 31 luglio 1849 nella nostra Repubblica, a salvare l' Eroe dei Due Mondi.
Ma soprattutto si tace sulla determinante importanza che ciò fu possibile per decisione del Capitano Reggente di allora Domenico Maria Belzoppi, patriota mazziniano, che - in nome della nostra tradizione di ospitalità - volle dare generoso asilo ai patrioti italiani ed al contempo salvaguardò l'indipendenza della Repubblica Sammarinese.
Nel corso della riunione, tenutasi secondo la ritualità massonica e conclusasi con un ricordo dell’ Assistente Gran Maestro Dott. Guido Micheloni, prematuramente scomparso un mese fa, sono stati portati i saluti da parte dei Rappresentanti di oltre 40 Delegazioni delle oltre 90 Grandi Logge Estere che attualmente riconoscono la “Serenissima Gran Loggia della Repubblica di San Marino” quale unica istituzione massonica regolare presente nella nostra Repubblica.
Presenti le massime autorità massoniche mondiali e particolarmente significativa, a sancire l’importanza che sta via via assumendo l’Istituzione massonica sammarinese nel panorama internazionale, la partecipazione di Lord Malcolm Ian Sinclair, Conte di Caithness, appartenente alla Gran Loggia “madre” di Scozia.
Ricordiamo che il Capo del Clan Sinclair, insignito da Re Giacomo IV di Scozia del titolo ereditario di Protettore dei Liberi Muratori, è anche il proprietario della celebre cappella di Rosslyn, la chiesa più misteriosa ed enigmatica del Nord Europa per l’importanza che assurse per l’Ordine dei Templari; Ordine che vede perpetuarsi ininterrottamente la propria continuità iniziatica proprio nel Clan Sinclair.
La serata si è conclusa con una affollatissima e riuscitissima Cena di Gala che, con la presenza di oltre 180 ospiti, ha messo a dura prova l'organizzazione che già pensa di tenere il prossimo incontro, in occasione del proprio decennale di costituzione, in una sede più ampia che consenta la presenza ai lavori rituali di tutte le delegazioni invitate, e la partecipazione alla cena di gala anche di familiari ed amici.
Ufficio Relazioni Esterne
S.G.L.R.S.M.