sabato 16 luglio 2016 07:59

San Marino. A Villa Manzoni 'Sulla strada dei miracoli' con Safiria Leccese

San Marino. A Villa Manzoni 'Sulla strada dei miracoli' con Safiria Leccese

SAN MARINO. La forza della preghiera per uscire da un lutto improvviso. Il miracolo di un bassorilievo di Cristo che inspiegabilmente suda lacrime e sangue. Un malato di Sla che ricomincia a camminare a Medjugorje. Una neonata che guarisce dalla spina bifida. Un bambino in coma che si risveglia dopo aver sognato Padre Pio. Sono tante le storie di persone semplici, colpite dalle disgrazie più diverse, malattie,  lutti, che trovano la soluzione, o il percorso dell’accettazione, attraverso la fede. Gente comune che impara a trovare la luce e, con essa, illumina anche la vita degli altri. Miracoli. Non c’è altra parola per spiegare fenomeni per il resto inspiegabili, di fronte ai quali sia la scienza, sia la religione depongono le armi e si inchinano. Safiria Leccese li ha raccontati in tivù, la scorsa primavera, in una trasmissione dal titolo emblematico: “La strada dei miracoli”.  Storie reali, che agli italiani sembrano piacere più dei talkshow politici e dei signori dei salotti televisivi. Con le sue storie Safiria sbanca l’Auditel.

Safiria leccese, la famosa giornalista di rete 4, trasforma in un libro la sua trasmissione di successo e lo presenta al salotto di villa manzoni, promosso dall’ente cassa faetano. giovedì 21 luglio, ore 21. ingresso libero.

Chi è Angela Saffiria, giornalista professionista

Angela Saffiria - questo il nome completo - ha lavorato a La Voce di Montanelli ed è uno dei volti storici delle reti Mediaset: gavetta negli studi di Milano, dove arrivò nel 2007 grazie all’incontro con Paolo Mieli. Giornalista professionista dal 1999, è rimasta a lungo a Cologno Monzese per poi trasferirsi, nel 2009, nella redazione romana a occuparsi di politica, seguendo la presidenza del Consiglio all’epoca di Silvio Berlusconi. Da novembre 2011 è passata a TgCom24. Inviata nei principali fatti di cronaca, e poi al seguito del premier.

Safiria leccese, il cattolicesimo vissuto con grande profondità

Safiria Leccese, il cattolicesimo vissuto con grande profondità

La fede non è solo a uso televisivo: lei e il marito, l’avvocato romano Sevi Saffetta, sono fortemente cattolici, con tanto di viaggi annuali a Lourdes. “La mia è stata una piccola conversione alla quale è seguito subito dopo un incarico che mi ha permesso di vivere da vicino cosa significa credere” spiega Safiria.  Fu lei nel 2005 a raccontare al pubblico di Italia Uno la scomparsa di papa Giovanni Paolo II, i funerali e l'elezione di Benedetto XVI. Nel 2011, il Ctv, il centro televisivo Vaticano che distribuisce le immagini ufficiali della Santa Sede, le chiese di salire sul palco del Circo Massimo per presentare l’evento di beatificazione di Giovanni Paolo II. La strada dei miracoli, dunque, è tutt’altro che un esordio nei temi religiosi.

Comunicato Stampa Villa Manzoni