sabato 25 maggio 2013 07:45

San Marino e Mps. Baldassarri ('banda 5%') interrogato da inquirenti svizzeri ed italiani

San Marino e Mps. Baldassarri ('banda 5%') interrogato da inquirenti svizzeri ed italiani

Sara Monaci di  IlSole24Ore: Scarsa collaborazione da parte del capo della «banda del 5%» / I pm interrogano per sei ore Baldassarri

Un interrogatorio fiume durato oltre 6 ore. Ma gli esiti sono incerti, e non tutti sembrerebbero soddisfatti. Ieri l ’ ex responsabile dell’area finanziaria del Monte dei paschi di Siena, Gian Luca Baldassarri, in custodia cautelare in carcere da metà febbraio e accusato di essere il capo della cosiddetta "banda del 5%" all’interno dell’inchiesta su Mps, è stato ascoltato a Siena da un pool di magistrati che sta collaborando. Si tratta di un gruppo inedito: il pm svizzero Natalia Ferrara Micocci insieme ai procuratori senesi Antonio Nastasi, Aldo Natalini e Giuseppe Grosso.

(...) Dalla prossima settimana i magistrati senesi proseguiranno il lavoro di indagine su derivati e Antonveneta, i due filoni del maxi-dossier su Mps. Devono ancora essere messi al loro posto alcuni tasselli. In particolare, proseguiranno le ricerche relative all’altra parte della "banda del 5%", ovvero quei manager (interni ed esterni alla banca senese) che hanno scelto di utilizzare San Marino per nascondere i presunti proventi dalle commissioni illecite sui derivati. Il denaro in questo caso avrebbe preso anche la strada di un paradiso fiscale off-shore, prima di andare a San Marino e poi nella repubblica di Vanuatu, per poi rientrare nella città del Titano. Una complessa triangolazione su cui i pm vogliono vederci più chiaro.

Gian Luca Baldassarri