lunedì 17 settembre 2012 18:30

San Marino. Eletti i nuovi Capitani Reggenti: Teodoro Lonfernini e Denise Bronzetti

San Marino. Eletti i nuovi Capitani Reggenti:  Teodoro Lonfernini  e Denise Bronzetti

Eletti i nuovi Capitani Reggenti

1° ottobre   2012- 1° aprile 2013

 

Teodoro Lonfernini

(Partito Democratico  Cristiano  Samm.) 

                    

Denise Bronzetti

   (Partito dei Socialisti e dei Democratici)

Il Consiglio Grande e Generale ha eletto oggi  17 settembre 2012 i nuovi Capitani Reggenti.

Dopo tre squilli di tromba, il Segretario di Stato per gli Affari Interni, Valeria Ciavatta, ha dato l’annuncio dal balcone centrale del Palazzo Pubblico con la seguente formula:

Per ordine della Ecc.ma Reggenza pro tempore annuncio al popolo della libera Terra di San Marino, che il Consiglio Grande e Generale, nella seduta odierna, invocata l’assistenza del nostro glorioso Patrono, per la salute e la libertà della nostra antica  Repubblica, ha eletto Capitani Reggenti  per il semestre 1° ottobre 2012 -  1° aprile  2013 - i Signori  Teodoro Lonfernini  e Denise Bronzetti.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------

Teodoro Lonfernini

Teodoro Lonfernini é nato a San Marino il 12/05/1976
Residente a Serravalle, é coniugato e padre di 3 figli
Nel 1995 ha conseguito il diploma di geometra, è laureando in giurisprudenza e lavora presso lo studio notarile di famiglia
Dal 2002 é iscritto al PDCS nella Sezione di Borgo Maggiore
Dal 2002 é membro del Consiglio Centrale del PDCS
Nel 2006 é stato eletto membro della Direzione del PDCS
Dal 2007 al 2010 é stato Direttore responsabile del “Il San Marino” organo di stampa del PDCS
Nel 2008 é stato eletto membro del Consiglio Grande e Generale della Repubblica di San Marino
Dal 2008 é membro della Commissione Permanente Affari Esteri, membro della Commissione Permanente Affari Finanze, membro della Commissione Permanente per le Politiche Territoriali e membro della Commissione Interparlamentare
Dall'ultimo Congresso del PDCS, del novembre 2010, é Presidente del Consiglio Centrale del Partito Democratico Cristiano Sammarinese, carica che tuttora riveste.

Denise Bronzetti

Denise Bronzetti è nata il 12 dicembre 1972 a San Marino (RSM).
E' sposata ed è madre di due ragazzi Greta e Mattia.
Ha conseguito la maturità linguistica  ed  è funzionario pubblico.
E’ entrata per la prima volta nell’allora Partito Socialista Sammarinese all’età di 15 anni quale membro del Movimento Giovanile.
Dal 1998 al 2002 ha ricoperto l'incarico di Commissario nella Commissione per lo studio dei problemi riguardanti la integrazione dei provvedimenti ai fini della parità giuridica oggi Commissione per le Pari Opportunità.
Dall’ottobre 1999 al dicembre 2002 è stata funzionario sindacale della FUPI – CSdL nonché membro del Consiglio Direttivo Confederale CSdL.
Dal dicembre 2002 fino al 2003 ha ricoperto la carica di segretario particolare del Segretario per la Giustizia, i Rapporti con le Giunte di Castello e l’Informazione.
Dal marzo 2003 è entrata a far parte della Segreteria Politica del Partito Socialista Sammarinese e successivamente del Partito dei Socialisti e dei Democratici, carica ricoperta fino al dicembre 2007. Attualmente fa parte del Consiglio Direttivo e della Segreteria del PSD e ricopre la carica di Presidente del Partito dal 24 luglio 2009.
Il 7 giugno 2006 viene eletta per la prima volta in Consiglio Grande Generale, successivamente, il 10 ottobre 2006, viene eletta Presidente della Commissione Consiliare Permanente Affari Costituzionali ed Istituzionali; Pubblica Amministrazione; Affari Interni, Protezione Civile, Rapporti con le Giunte di Castello; Giustizia; Istruzione; Beni Culturali, Università e Ricerca Scientifica.
Viene nominata, altresì, membro della Commissione Consiliare Permanente Finanze, Bilancio e Programmazione; Artigianato, Industria, Commercio; Turismo, Servizi, Trasporti e telecomunicazioni; Lavoro e Cooperazione e membro del Gruppo Nazionale della Repubblica di San Marino presso l’Unione Interparlamentare dei quali fa tuttora parte.
Sale per la prima volta alla Suprema Magistratura dello Stato.