venerdì 27 giugno 2014 07:23

San Marino, Fondazione Podeschi. Eliporto a Murata. Il Resto del Carlino San Marino

San Marino, Fondazione Podeschi. Eliporto a Murata. Il Resto del Carlino San Marino

Il Resto del Carlino San Marino:Conto Mazzini. Avanzata dai legali dell'ex ministro / Chiesta la scarcerazione per Claudio Podeschi / Tra i progetti fantasma resort nell’ex tiroavolo

(...) La Fondazione per la promozione economica e finanziaria, gestita da un uomo di fiducia di Podeschi, Pietro Silva, doveva servire a trovare investitori per San Marino, ma di quei 11milioni di euro effettivamente trovati per gli inquirenti non c’è più traccia. Dovevano sorgere alberghi e resort, uno all’ex tiroavolo dotato anche di un eliporto, in aree per legge non edificabili. I fondi accreditati sui conti della Fondazione, sempre secondo l’impianto accusatorio, sarebbero finiti nelle mani di Podeschi sotto forma di libretti al portatore. Anche la società Heaven Trading Metal srl avrebbe fornito denaro alla Fondazione nonostante tale società non fosse mai operativa. E’ stata anzi condannata per false fatture che servivano a coprire passaggi di denaro di dubbia provenienza per decine di milioni di euro. Il greco Stefanos Balafoutis, indagato nell’indagine e che per gli inquirenti è un allenatore senza alcun reddito dichiarato nel 2010 e 2011, aprì un conto al Credito Sammarinese sul quale sarebbero arrovati circa 500mila euro dalla Black Sea Pearl tramite un’altra società, la Clabi Ltd, costituita a Zurigo, tra i cui componenti figuererebbero anche Claudio Podeschi e Biljana Baruca. Gli inve- stigatori avrebbero appurato che i fondi sono stati ripartiti in bonifici, in favore di Podeschi, di Mo- neybookersltd, di Stefanos Papadopoulos, altro greco indagato, e della società sammarinese Altamarea srl, che fa capo a Balafoutis, che si spartiva le quote sociali con Papadopoulos.