mercoledì 23 aprile 2014 12:00

San Marino. Il conte Pasquini, Smi - Smib, fra Teramo e Bari

San Marino. Il conte Pasquini, Smi - Smib, fra Teramo e Bari
Gianfrancesco Turano di L'Espresso  di questa settimana non si occupa solo dei processi del  Conte Enrico Maria Pasquini (sistema Smi - Simb)  in quel di San Marino (uno concluso ed uno forse da farsi) ma anche di quello di Roma. Quello di Roma potrebbe avere  risvolti anche  sulla vicenda  Cassa di Risparmio di Teramo, Tercas, che - attenzionata anche a Forlì -  sta per essere acquisita dalla Banca Popolare di Bari, in Puglia, regione ove pure sono manifesti ed antichi gli interessi  imprenditoriali e finanziari del Conte.

Quanto al processo di Roma,  se ne occupa il Pm Perla Lori ed è incentrato su Amphora, la fiduciaria italiana impiegata da Pasquini per le sponde con la Repubblica del Titano dove il nobile romano, per completare la sua offerta di servizi alla clientela, si era intestato anche la San Marino International Bank (Smib), nata sulle ceneri della Banca del Titano, fallita dopo essere stata per anni il punto di riferimento dell'evasione fiscale italiana. E qui, ancora un processo: quello contro i vertici della Tercas, la Cassa di Teramo, che si sarebbero serviti della struttura di Pasquini per acquisire la Smib senza comunicarlo a Bankitalia, contraria all'operazione.
Per i suoi clienti e partner d'affari, il conte è stato l'equivalente di Chicchi Pacini Battaglia, il banchiere della ginevrina Karfinco al centro della Tangentopoli (1996). Ma nel confronto fra Pacini e Pasquini è molto più complessa la personalità del conte che ha unito alla finanza l'attività imprenditoriale e diplomazia. La sua famiglia controlla la Ferrotramviaria, l'azienda che gestisce ferrovie private nel comprensorio di Bari. Non molto tempo fa, a luglio dell'anno scorso, Pasquini era in prima fila per la inaugurazione del passante lungo otto chilometri che collega l'aeroporto Karol Wojtyla di Palese con il centro del capoluogo luogo della Puglia. Accanto al conte tutto il Gotha della politica, locale e solo: il governatore e capo di Sel Nichi Vendola, il sindaco di Bari Michele Emiliano, ex magistrato e candidato in pectore del Pd per le prossime regionali, il primo cittadino di Barletta Pasquale Cascella, ex consigliere per la comunicazione del Quirinale
.

Leggi l'intero articolo di Gianfrancesco Turano, L'Espresso, pubblicato alle ore 12 del 23 aprile 2014