sabato 26 settembre 2015 16:28

San Marino. La fotografa palestinese Nidaa Badwan invitata a esporre sul Titano

San Marino. La fotografa palestinese Nidaa Badwan invitata a esporre sul Titano

SAN MARINO. La Segreteria di Stato Istruzione e Cultura ha ospitato ieri la fotografa palestinese Nidaa Badwan (nella foto a sinistra). I suoi scatti e la sua forma di protesta hanno coinvolto tutte le più grandi testate giornalistiche del mondo a riflettere sul significato di libertà. Dopo essere stata arrestata dalla polizia di Hamas, Nidaa Badwan ha deciso di rinchiudersi per 100 giorni ‘di solitudine’ in casa dove ha realizzato un servizio fotografico che mette a nudo il desiderio di libertà che manifestano i palestinesi a Gaza). 

La riflessione che è scaturita dall’incontro organizzato alla Segreteria di Stato Istruzione e Cultura, tutto incentrato sul valore della libertà, ha messo in evidenza il coraggio di Nidaa che sta sfidando chi governa nel suo Stato (Gaza) sul piano dei diritti e delle libertà fondamentali negate soprattutto alle donne. 

A lei è stato rivolto l’invito di fermarsi per un soggiorno a San Marino dove potere approfondire il tema esponendo le sue meravigliose fotografie. “In una terra che basa i suoi valori e la sua storia sulla libertà – ha detto il segretario alla cultura Morganti – tu rappresenti un simbolo particolare, perché ti batti per i diritti con strumenti di pace e non di guerra”.