martedì 16 settembre 2014 05:08

San Marino Oggi. Giuseppe Roberti: 'I soldi avuti da Claudio Felici provengono dal conto della Fondazione. Franco Cavalli

San Marino Oggi. Giuseppe Roberti: 'I soldi avuti da Claudio Felici provengono dal conto della Fondazione. Franco Cavalli

Franco Cavalli - San Marino Oggi: Parla uno dei principali indagati nelle inchieste scaturite dal "conto Mazzini" che hanno visto finire in carcere gli ex segretari di Stato Claudio Podeschi e Fiorenzo Stolfi / Roberti: "Contro di me accuse false e infondate. Ho solo finanziato la politica, su come e quando lo dirò ai giudici" / "Io quando sono arrivato a San Marino l'ho fatto per aiutare questo Paese. Merito mio gli incontri con Tremonti" 

SAN MARINO. (...) Il professore racconta di come oggi sia un uomo provato da queste accuse che ritiene comunque false e infondate, ma che intende lottare per ristabilire la verità dei fatti. Roberti esordisce rispondendo in primis al segretario di Stato Antonella Mularoni. 

“Ho letto - spiega - che avrebbe rassicurato sulla tenuta dell’esecutivo in quanto non ci sono uomini compromessi con il passato. Mi fa piacere, vuol, dire che il segretario alle Finanze Felici si è dimesso, perché i soldi da lui avuti, provengono dal conto della Fondazione…”.

Le sue professore, sono accuse pesanti, ha le prove di quello che dice e se ne assume le responsabilità?

“Certo. Io non posso sapere cosa abbia fatto Felici con quei soldi, se abbia finanziato il partito o altro, ma le sue responsabilità non sono diverse da quelle di tanti altri oggi sotto indagine giudiziaria”.

Riguardo al suo coinvolgimento nella “galassia” Fin Project?

“Io non ho mai avuto alcuna partecipazione in Fin Project e tanto meno contatti o conoscenza dei clienti della finanziaria. E non ho mai visto né mai sentito il signor Faetanini (Moris Faetanini è stato arrestato lo stesso giorno di Fiorenzo Stolfi, in quanto ritenuto suo prestanome dagli inquirenti e poi rilasciato venerdì scorso n.d.r.)”.

Allora perché secondo lei, compare di nuovo anche il suo nome nell'inchiesta?

"Sono sicuro che ci sia un progetto dietro, gestito da chi con una tecnica professionale costruisce accuse infondate, inesistenti e campate per aria. Quello delle prove costruite a tavolino con falsi testimoni pagati è un metodo che ha già funzionato in passato”.

(...)

Perché allora adesso si ritrova in questa situazione?

"Guardi, contro di me, ne hanno fatte di tutti i colori. Hanno pagato investigatori privati e ‘consulenti’ per costruire falsi dossier anche con accuse talmente infondate e grossolane, da scandalizzare gli stessi investigatori, che in alcuni casi si sono confidati con me portandomi le prove relativa a tali falsi ‘amici. E poi politici del passato e dell'attuale governo hanno complottato per buttarmi fuori da Banca Commerciale. E questo l'hanno fatto perché io stavo trattando la sostituzione della compagine societaria, con persone, professionisti, istituzioni italiane, che avrebbero fatto di Bcs, la banca più importante della Repubblica di San Marino. E forse lo sapevano e per quello mi hanno buttato fuori".

(...)

Leggi la intera intervista pubblicata dopo le ore 22

Giuseppe Roberti