lunedì 13 ottobre 2014 11:02

San Marino. Tangentopoli, due Segretari di Stato si appellano ai Reggenti. La Voce di Romagna

San Marino. Tangentopoli, due Segretari di Stato si appellano ai  Reggenti. La Voce di Romagna

La Voce di Romagna: TANGENTOPOLI DEL TITANO Alla luce delle indiscrezioni di possibili coinvolgimenti di esponenti di governo, chiederanno un incontro urgente ai Capi di Stato / Due segretari di Stato si appellano ai Capitani Reggenti

Si guarderanno in faccia, domani mattina, i segretari di Stato quando si riunirà il congresso di Stato. Impossibile arrivati a questo punto non fare i conti con la questione morale e le ripercussioni del dopo interrogatorio di Mirella Frisoni. L’imprenditrice arrestata per sole 24 ore, nell’ambito della maxi inchiesta nata dal Conto Mazzini, ha collaborato facendo i nomi. Tre i politici su cui si sta concentrando l’attenzione del Tribunale che sarebbero gli effettivi beneficiari di alcuni dei denari movimentati dalla Frisoni. Difficile per il governo di San Marino gestire la situazione. Anche perché già un segretario di Stato ha inviato una lettera ai Reggenti chiedendogli di fare chiarezza su presunti coinvolgimenti di esponenti di governo e di politici di primo piano dell’attuale maggioranza. Una posizione che non è rimasta isolata. Tant’è che questa mattina, insieme a un altro collega di governo, chiederà un incontro urgente ai Capitani Reggenti Gian Franco Terenzi e Guerrino Zanotti. Se da un lato si profila un congresso di Stato piuttosto bollente, tensione alle stelle nei partiti dell’attuale maggioranza. Riunione fiume ieri in casa di Alleanza popolare, la Democrazia cristiana invece ha programmato la direzione per martedì sera. Annullato anche l’incontro in programma per mercoledì fra la maggioranza e il Partito socialista che fino a qualche settimana fa poteva essere un comodo alleato esterno. (...)