12/01/2010 Tombola di Natale della Banca di San Marino, intervista a Marino Cecchetti

Tombola di Natale della Banca di San Marino, intervista a Marino Cecchetti

  L'INFORMAZIONE DI SAN MARINO 12/01/2010 (Tombola della vigilia "tra famiglia e comunità".Marino Cecchetti: "Un mix confacente con la realtà del Titano")

 

Tombole e lotterie

Nelle settimane a cavallo del Capodanno è stato un’esplosione di tombole e di lotterie anche nella Repubblica di San Marino.

Fra tutte, indubbiamente  la tombola della  vigilia di Natale organizzata da  San Marino Rtv,   ripristinata l’anno scorso dopo un vuoto di alcuni anni, è quella che ha avuto il maggior riscontro. Un  riscontro  pressoché totale fra i sammarinesi. Un successo  che, a San Marino,  non è paragonabile  ad altra  iniziativa di  intrattenimento  anche radio  televisivo o di  pubblicità. Sembra essere diventata, detta tombola,  quasi un fatto nazional-istituzionale.

Ne abbiamo parlato con  il prof. Marino Cecchetti.

Come è nata questa idea?

Nei primi anni Novanta, all’interno del Consiglio di Amministrazione della Cassa Rurale di Depositi e Prestiti di Faetano,  mi fu assegnata la responsabilità  del coordinamento di un gruppo di lavoro creato  col compito di  promuovere  iniziative pubblicitarie che accompagnassero quelle dello sviluppo della banca. La banca si era posta l’obiettivo di diventare,  da  banca  di un castello, fra l’altro marginale, a banca di tutta la Repubblica.

Sì, ma perché una tombola?

In questo programma di sviluppo, ogni volta che si apriva una nuova agenzia, mandavamo  su Telesanmarino uno spot  (realizzato con il computer Amiga, roba da archelogia informatica!)  uno spot in  cui su una piantina animata della Repubblica si vedeva la espansione verso la nuova area  che stava per essere ‘conquistata’, mentre si sentiva: Cassa di Faetano, una famiglia sempre più grande. 

E allora?

Alla famiglia, a Natale, si associa il gioco  della  tombola. La tombola, a San Marino, è anche il gioco della comunità raccolta sullo stradone il 3 settembre per la Festa del Santo Patrono.

Con la tombola, realizzata nel momento clou della vigilia di Natale, si sono messi assieme  famiglia e comunità. Un mix  confacente alla  realtà tutta particolare qual  è la Repubblica di San Marino.

Altre iniziative di supporto o correlate facenti parte di quel progetto di pubblicità-sviluppo?

Tante.  Tra quelle realizzate, oltre alle tante pubblicazioni,  la bandiera distribuita alle famiglie con il richiamo periodico  ad esporla in occasione delle festività sammarinesi, il cambiamento del nome in Banca di San Marino (eccezionale per internet!) intesa come banca ‘dei sammarinesi’  e d’eccellenza per tutti, e, da ultimo, e certamente  in linea e quasi  a coronamento, il Premio San Marino.

Continua nella lettura: