Programma di Governo. Il commercio e il turismo

9-IL COMMERCIO E IL TURISMO

9.1.                    Il turismo

Il rilancio del comparto commerciale, con particolare attenzione al settore turistico, rappresenta un obiettivo prioritario e imprescindibile della coalizione.

Dopo i numerosi studi compiuti sul settore, dopo anni di confronto e discussione, in tempi brevi occorre passare, in collaborazione con le associazioni di categoria, alla predisposizione e all’approvazione del piano di valorizzazione del commercio e del turismo.

La politica per il turismo nel medio-lungo termine va progettata con il coinvolgimento delle associazioni operanti nel settore, facendo affidamento sulle nostre specificità, valorizzando fin da subito l’inserimento di San Marino nel Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO.

Atteso che gli obiettivi generali dovranno mirare ad una destagionalizzazione del flusso turistico e alla conquista di segmenti di visitatori sempre più qualificati, gli interventi dovranno riguardare:

§          l’aumento e il miglioramento delle infrastrutture (viabilità e parcheggi in primis) anche attraverso l'apporto di privati;

§          la riqualificazione del Centro Storico della Città di San Marino;

§          l’erogazione di incentivi significativi per la costruzione di nuove strutture alberghiere e la riqualificazione di quelle esistenti;

§          la riqualificazione incentivata del commercio turistico: nelle strutture, nella gestione e nell'offerta;

§          il solerte recepimento delle prescrizioni formulate per il mantenimento di San Marino nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO;

§          il coinvolgimento di altri settori economici, valorizzando le produzioni tipiche sammarinesi.

Per quanto concerne il breve termine ci si dovrà attivare per:

§          realizzare manifestazioni di alto livello che si impongano con continuità;

§          predisporre un calendario annuale di congressi adeguati alle nostre esigenze;

§          avviare una collaborazione con la Riviera Adriatica e con il Montefeltro per realizzare una proposta complessiva che valorizzi paesaggio, cultura, arte ed il fascino della più antica Repubblica del mondo;

§          creare un Forum permanente sul turismo fra istituzioni e categorie che abbia la funzione di stimolo propositivo, che sia capace di individuare priorità e nuove opportunità, di tracciare linee guida e di monitorare i risultati;

§          rinegoziare la convenzione parcheggi;

§          ricollocare l’Ufficio di Stato per il Turismo al centro dell’attuazione della politica turistica;

§          potenziare il collegamento fra attività  turistiche e attività culturali, comprese quelle che si possono promuovere tramite l’Università.

 

9.2.                    Il commercio

Il comparto commerciale costituisce, accanto a quelli sopra menzionati, un ulteriore pilastro dell’economia sammarinese, anch’esso bisognoso delle attenzioni necessarie alla sua salvaguardia e al suo incremento.  In tale prospettiva si intende pertanto procedere:

§          alla riduzione dell’aliquota sull’imposta monofase a favore dei consumatori, mediante una attenta valutazione e verifica del progetto San Marino Card;

§          alla predisposizione di interventi per aumentare la competitività del commercio tradizionale, della distribuzione organizzata e dei centri commerciali;

§          alla introduzione di incentivi, attraverso leve fiscali e contributive, che assicurino la presenza del commercio di servizio nei centri storici con l’obiettivo di rivitalizzarli e di offrire un servizio alla popolazione, in particolare agli anziani;

§          al potenziamento delle attività commerciali, anche attraverso percorsi selettivi per categorie merceologiche, quali presupposti per una presenza diretta dei grandi marchi in Repubblica e di operatori professionalmente capaci e con progetti d'impresa che possano integrarsi nel settore ed attrarre consumatori in territorio, previo confronto e di concerto con le Associazioni di categoria.