Programma di Governo. Il lavoro e la formazione professionale

12-   IL LAVORO E LA FORMAZIONE PROFESSIONALE

Nell’ambito delle politiche per il lavoro e la formazione professionale si conviene sull’opportunità di procedere a:

§          verificare i risultati delle nuove modalità di assunzione stabilite dalla  legge 131/2005, introducendo ammortizzatori sociali per attenuare gli effetti della flessibilità nei rapporti di lavoro;

§          rivedere la normativa in materia di formazione professionale nella parte relativa ai contratti di formazione lavoro;

§          verificare la situazione del frontalierato a seguito della stabilizzazione;

§          aggiornare la legge sulla disoccupazione e sulla mobilità per facilitare l’incontro fra domanda e offerta di lavoro;

§          attuare un severo controllo di ogni forma di abusivismo e contrastare ogni forma di lavoro nero;

§          incrementare le tutele, le garanzie e i controlli in materia di sicurezza e salute sui luoghi di lavoro, privilegiando la prevenzione attraverso azioni sinergiche, con le organizzazioni economiche e sociali, che  favoriscano e stimolino la crescita di una adeguata cultura della sicurezza;

§          rivedere e potenziare gli istituti diretti a favorire l'ingresso e la permanenza delle donne nel mondo del lavoro;

§          dare piena attuazione alle norme sull’inserimento lavorativo dei portatori di handicap e degli invalidi.