Articoli

Libri

Accadde oggi a San Marino

San Marino

Storia / History of Republic of San Marino

San Marino webcam NE

Meteo San Marino  San Marino webcam SW

Sismografo San Marino seismograph

 

Leggi e accordi internazionali che forniscono opportunità economiche

Italia Doppia imposizione  Italia Acc. cooperazione  ECOFIN Redditi risparmio    UE Acc. doganale   

Registro navale       Registro aeronautico       Servizi Bancari, Finanziari e Assicurativi        Trust

Marchi e Brevetti     Legge sulle società       Banche        Finanziarie    Commercialisti

 
 

Legge sulle imprese e sui servizi bancari, finanziari e assicurativi (L.17 novembre 2005 n.165)  

 

REGOLAMENTO IN MATERIA DI SERVIZI DI INVESTIMENTO COLLETTIVO

DISCIPLINA FISCALE E SOCIETA’ DI GESTIONE DI DIRITTO SAMMARINESE

 

Parti del regolamento

PARTE I

DEFINIZIONI E DISPOSIZIONI GENERALI SUI PROCEDIMENTI AUTORIZZATIVI

Articolo 1 — Definizioni

Articolo 2 — Disposizioni generali sui procedimenti autorizzativi della BANCA CENTRALE
 

PARTE II

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI SG  

TITOLO I ATTIVITÀ’ ESERCITABILI (artt. 3-4)

TITOLO II AUTORIZZAZIONE DELLE SG (artt.5-16)

TITOLO III PARTECIPANTI AL CAPITALE DELLE SG (artt.17-24)

TITOLO IV ESPONENTI AZIENDALI DELLE SG (artt.25-34)

TITOLO V PARTECIPAZIONI DETENIBILI E LIMITI  ALLA RACCOLTA DEL RISPARMIO  (artt. 35- 38)

TITOLO VI ADEGUATEZZA PATRIMONIALE E CONTENIMENTO DEL RISCHIO (artt. 39-44 )

TITOLO VII BILANCIO DI ESERCIZIO (art. 45)

TITOLO VIII ORGANIZZAZIONE AMMINISTRATIVA E CONTABILE E CONTROLLI INTERNI (artt. 46-58 )

TITOLO IX OPERAZIONI DI FUSIONE E SCISSIONE DI SG  (artt. 59- 62)

TITOLO X VIGILANZA INFORMATI VA (artt. 63-69)

TITOLO XI VIGILANZA ISPETTIVA (artt. 70- 71)

 

Regolamento in materia di servizi di investimento collettivo emanato dalla Banca Centrale della Repubblica di San Marino In vigore dal 15 novembre 2006

________________________

parte II

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI SG

Titolo Xi

vigilANZA Ispettiva

Artt. 70 - 71
 

Articolo 70 Accertamenti ispettivi.

1. La BANCA CENTRALE esercita i poteri di indagine di cui all’art.42 della LISF avvalendosi di propri ispettori ovvero di revisori contabili esterni all’uopo incaricati in base all’articolo 42, comma 3, della LISF.

2. Le ispezioni sono volte ad accertare che l’attività delle SG risponda a criteri di sana e prudente gestione e sia espletata nell’osservanza delle disposizioni regolanti l’esercizio dell’attività medesima. In tale quadro, l’accertamento ispettivo valuta la complessiva situazione tecnica e organizzativa della SG e verifica l’attendibilità delle informazioni fornite alla BANCA CENTRALE.

3. Coloro che a nome della BANCA CENTRALE si recano presso gli uffici o le dipendenze di una SG allo scopo di effettuare indagini, devono esibire:
a) una lettera di incarico indirizzata alla SG ispezionata, firmata dal Direttore Generale e contenente le generalità dei soggetti incaricati;
b) un documento di riconoscimento in corso di validità.

4. Nel corso delle indagini la BANCA CENTRALE può accedere all’intero patrimonio informativo della SG, senza preclusione alcuna anche ai sensi dell’articolo 36, comma 5, lettera b), della LI5F. L’esercizio dei poteri di indagine previsto dall’articolo 42, comma 2, della LI5F nei confronti di soggetti ai quali la SG ha esternalizzato funzioni aziendali presuppone l’avvio degli accertamenti nei confronti della SG ed avviene in forza della medesima lettera di incarico di cui al comma 3, lettera a).

5. Gli ESPONENTI AZIENDALI e il personale della SG ispezionata sono tenuti a prestare la massima collaborazione all’espletamento degli accertamenti e, in particolare, devono fornire con tempestività e completezza le informazioni e i documenti che gli incaricati ritengano di acquisire. La SG deve anche attivarsi per assicurare che le informazioni e i documenti richiesti dagli incaricati degli accertamenti e in possesso di altri soggetti coinvolti nel processo produttivo (quali la banca depositaria, il prime broker, l’agente di calcolo) siano tempestivamente resi disponibili.
 

Articolo 71 Rapporto ispettivo.

1. A conclusione degli accertamenti viene redatto un “rapporto ispettivo” contenente la descrizione circostanziata dei fatti ed atti aziendali riscontrati che non siano risultati in linea con i criteri di corretta gestione ovvero con la normativa regolante l’esercizio dell’attività.

2. Entro i novanta giorni successivi alla chiusura degli accertamenti, la BANCA CENTRALE notifica alla SG il fascicolo contenente le risultanze dell’ispezione. Il termine può essere interrotto qualora sopraggiunga la necessità di acquisire nuovi elementi informativi.

3. Nel termine di trenta giorni dalla notifica del fascicolo ispettivo la società interessata deve far conoscere alla BANCA CENTRALE le proprie considerazioni in ordine a quanto emerso dall’ispezione, nonché i provvedimenti già attuati e quelli posti allo studio per eliminare le anomalie e le manchevolezze accertate.

4. Resta ferma la disciplina relativa alla procedura di irrogazione di sanzioni amministrative in caso di violazioni riscontrate nel corso dell’accertamento ispettivo.

Parti del regolamento

PARTE III

DISPOSIZIONI RELATIVE AI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO

TITOLO I CRITERI DI CLASSIFICAZIONE DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO (artt. 72-78)

TITOLO II CARATTERISTICHE DELLE SINGOLE TIPOLOGIE DI FONDI COMUNI DI
INVESTIMENTO
(artt. 79-119)

TITOLO III CRITERI GENERALI E CONTENUTO MINIMO DEL REGOLAMENTO DI GESTIONE
DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO
(artt.120-124)

TITOLO IV PROCEDIMENTO DI APPROVAZIONE DEI REGOLAMENTI DEI FONDI COMUNI DI
INVESTIMENTO 
(artt. 125-131)

TITOLO V CRITERI DI VALUTAZIONE DEL PATRIMONIO DEL FONDO E CALCOLO DEL
VALORE DELLA QUOTA
(artt.132-135)

TITOLO VI PROCEDURE DI FUSIONE TRA FONDI COMUNI (artt. 136-142 )

TITOLO VII CARATTERISTICHE DEI CERTIFICATI DI PARTECIPAZIONE AI FONDI COMUNI (artt. 143-145 )

TITOLO VIII CONDIZIONI PER L’ASSUNZIONE DELL’INCARICO DI BANCA DEPOSITARIA E
MODALITA' DI SUB-DEPOSITO DEI BENI DEL FONDO
  (artt. 146-153)

TITOLO IX PROSPETTI CONTABILI DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO (artt. 154-155)

TITOLO X REGOLE DI COMPORTAMENTO  (artt. 156-160)

 

PARTE IV

OPERATIVITÀ TRANSFRONTALIERA


TITOLO I OPERATIVITÀ ALL’ESTERO DELLE SG SAMMARINESI (artt. 161-162)

TITOLO II OFFERTA NELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO DI PARTI DI OIC ESTERI (artt. 163-168)

 

Clausola di esclusione della responsabilità

Non si può garantire che il testo riportato riproduca esattamente quello ufficiale.  Solo  il testo  pubblicato sul Bollettino Ufficiale  della Repubblica di San Marino è da considerarsi autentico.

Il sito  www.libertas.sm  non assume alcuna responsabilità in merito agli eventuali problemi che possono insorgere per effetto dell’utilizzazione del testo pubblicato.

Articoli

Libri

Accadde oggi a San Marino

San Marino

Storia / History of Republic of San Marino

San Marino webcam NE

Meteo San Marino  San Marino webcam SW

Sismografo San Marino seismograph