venerdì 30 settembre 2016 22:56
POSTE SAN MARINO: DEFICIT IN NETTO CALO

San Marino. Le Poste replicano: "Scelta fallimentare per chi?"

San Marino. Le Poste replicano:

Contro le critiche mosse dalle Federazioni Pubblico Impiego Csdl e Cdls

SAN MARINO. Articolo lacunoso di dati ed informazioni. In una lunga ed articolata nota, Poste San Marino replica alle Federazioni Pubblico Impiego Csdl e Cdls

(...) Leggiamo con stupore il titolo a caratteri cubitali dell'articolo a firma Federazioni Pubblico Impiego CSdL e CDLS e, in quanto parte in causa, ci permettiamo di rispondere con una domanda: fallimentare per chi? Crediamo infatti che l'articolo sia lacunoso di dati e informazioni che ci premuniamo di fornire per la pubblicazione di un quadro obiettivo e realistico della neo costituita spa. Rispondiamo a stesso mezzo, pur non condividendolo, in quanto argomentazioni su posizioni già espresse e per di più oggetto di una trattativa ancora aperta tra Poste San Marino spa, Governo e organizzazioni sindacali. Il primo aggiornamento lo forniamo sui dati di bilancio dell'Ente Poste istituito con legge n. 54 del 12 maggio 2012 come passaggio intermedio per la successiva trasformazione in spa. Il bilancio al 31.12.2014 palesa per la prima volta il deficit del settore postale di 1.050.113,55 euro. Al 31.12.2015 detto deficit è pari a 948.118,77 euro. Il deficit stimato per l'anno 2016, adottato nel bilancio di assestamento dello Stato, è di 702.210,00 euro. Tale ultimo risultato sarebbe stato ancora più positivo se si fossero potuti definire con le Organizzazioni Sindacali il nuovo contratto di lavoro, il fabbisogno di personale, la revisione delle zone postali e la modifica degli orari di servizio. Interventi tutti con un impatto considerevole sulla gestione aziendale e sul risultato d'esercizio. (...)

[Leggi Comunicato]