giovedì 21 settembre 2017 17:31
ASSEMBLEA GENERALE ONU A NEW YORK

San Marino tra i primi 50 Stati firmatari del Trattato per la Proibizione delle Armi Nucleari

San Marino tra i primi 50 Stati firmatari del Trattato per la Proibizione delle Armi Nucleari
Il Segretario agli Esteri Renzi al momento della firma del Trattato per la Proibizione delle Armi Nucleari

SAN MARINO. No alle armi nucleari. San Marino ha firmato mercoledì 20 settembre 2017 a New York il Trattato per la Proibizione delle Armi Nucleari, un importante strumento multilaterale, quanto mai attuale nel contesto della politica internazionale.

Comunicato stampa

Proseguono serrati gli appuntamenti del Segretario di Stato agli Affari Esteri, Nicola Renzi, da lunedì scorso a New York per partecipare all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.
Nella giornata di ieri si è svolta la Cerimonia di alto livello per l’apertura alla firma del Trattato per la Proibizione delle Armi Nucleari; San Marino è stato fra i primi 50 Stati che hanno firmato l’importante strumento multilaterale nel suo primo giorno; 3 Paesi hanno depositato contestualmente anche lo strumento di ratifica.
Nell’ambito del segmento ministeriale dei membri di Uniting for Consensus (UfC), nella mattinata di ieri Renzi ha preso parte all’incontro organizzato presso la Rappresentanza Permanente italiana su invito del Ministro degli Esteri Angelino Alfano. I dieci Paesi aderenti al gruppo UfC e alcuni Paesi osservatori hanno esaminato lo stato della riforma del Consiglio di Sicurezza e le strategie per la prossima sessione dei negoziati intergovernativi, individuando elementi di convergenza sia sulla revisione dei meccanismi di funzionamento dei lavori delle Nazioni Unite, che sulla validità dell’approccio costruttivo adottato dal Gruppo.
San Marino segue con particolare attenzione il dibattito in corso sulla riforma, volto a garantire l’affermazione di un modello democratico che eviti divisioni e privilegi, con l’obiettivo di accrescere l’efficacia stessa dell’Organizzazione di New York. A margine dell’incontro, il Ministro Alfano ha espresso a Renzi il proprio apprezzamento per il sostegno sammarinese e ribadito la piena collaborazione tra Italia e San Marino anche su tali discussioni.
I lavori dell’Assemblea Generale hanno dato l’opportunità, al Segretario di Stato Renzi, di incontrare il Presidente del Consiglio italiano, Paolo Gentiloni, tra gli oratori della giornata, con il quale si è intrattenuto per un breve saluto.
In serata Renzi ha accolto l’invito del Ministro degli Affari Esteri di Monaco, S.E. Gilles Tonelli, riservato ai colleghi di San Marino e Andorra. Un pranzo di lavoro aperto ai tre piccoli Stati che condividono il processo in corso di associazione con l’Unione Europea, allo scopo di affinare il coordinamento e le possibili linee comuni sulle questioni di prioritario interesse.

Fonte: SdS Esteri