martedì 3 ottobre 2017 23:13
RASSEGNA STAMPA

Ndrangheta in Brianza: almeno tre indagini portano San Marino

Ndrangheta in Brianza: almeno tre indagini portano  San Marino

Blackhawks Tibet e Pollicino le inchieste da cui emerge che il radicamento delle mafie ha trovato sponda sul Titano

A.F. - L'Informazione di San Marino: ‘Ndrangheta, dalla Brianza al Titano almeno tre indagini hanno portato qui /  Blackhawks Tibet e Pollicino le inchieste da cui emerge, tra denaro e cocaina, che il radicamento delle mafie ha trovato sponda


SAN MARINO. E’ diquesti giorni l’operazione contro la ‘ndrangheta in Lombardia che ha scosso il Nord Italia. L’inchiesta, coordinata dalla Procura di Monza e dalla Procuram distrettuale Antimafia di Milano ha portato all’esecuzione di 27 misure cautelari e ad una serie di arresti nelle province di Monza, Milano, Pavia, Como oltre che Reggio Calabria. Fulcro di questa operazione il comune di Seregno che ha visto l’arresto del sindaco, Edoardo Mazza. (...)
Nell’indagine denominata Blackhawks del 2012, alcuni indagati ricevevano soldi da un gruppo criminale facente capo ad un tale “Rocco” di Seregno - proprio quel comune in provincia di Monza-Brianza - appartenente alla famiglia ‘ndranghetista dei Mancuso di Limbadi. Denari ritenuti frutto di traffico di droga, estorsioni, usura ed altre attività illecite gestite dai cugini Facchineri, di qui in nome all’indagine. Queste somme di denaro venivano “trasferite e depositate presso istituti bancari, alcuni dei quali insistenti presso la Repubblica, di San Marino”, in modo “da ostacolare l’identificazione della loro provenienza delittuosa”, si legge nell’ordinanza. (...)

Leggi l'intero articolo di Antonio Fabbri pubblicato dopo le 23