martedì 10 ottobre 2017 06:53
RASSEGNA STAMPA

San Marino. Si dovra’ celebrare il primo processo col morto

San Marino. Si dovra’ celebrare il primo processo col morto

Il caso di una condanna già emessa in primo grado per riciclaggio di 2,7 milioni di cui 2,5 già sotto sequestro

Antonio Fabbri - L'Informazione di San Marino: Si dovra’ celebrare il primo processo col morto / Nonostante il decesso dell’imputato si procederà comunque in forza norma del 2014 che prevede come, per decidere sulla confisca dei denari ritenuti illeciti si debba comunque giungere a sentenza

SAN MARINO. Il caso è quello di Bruno Benito Pierro, condannato in primo grado a 4 anni e 4 mesi per riciclaggio di 2,7mlioni ritenuti di origine illecita legati all’usura. La vicenda, dopo il primo grado, è in attesa dell’appello. Nel frattempo, però, l’imputato è deceduto. Il processo, tuttavia si farà ugualmente. Si tratterà, come già è stato definito tra gli avvocati, di un processo con il morto. Infatti la nuova legge prevede che il giudice, anche qualora sia estinto il reato, ad esempio per prescrizione o, come in questo caso, per il decesso dell’imputato, debba comunque procedere per stabilire relativamente alla confisca. Si tratterà, così, del primo caso di processo nei confronti di persona deceduta. (...)

Leggi l'intero articolo di Antonio Fabbri pubblicato il giorno dopo