lunedì 13 novembre 2017 10:57
LA CERIMONIA

San Marino. La Camera Penale al premio "Ludovic Trarieux"

San Marino. La Camera Penale al premio

Presente il presidente Gianna Burgagni

SAN MARINO. Una delegazione della Camera Penale della Repubblica di San Marino ha preso parte nei giorni scorsi alla cerimonia della XXII Premio Internazionale per i Diritti Umani “Ludovic Trarieux”. Di seguito il resoconto della giornata

[C.S.] Il 10 novembre 2017 la Camera Penale della Repubblica di San Marino in persona del Presidente Gianna Burgagni, del Vice-Presidente Lara Conti e del Tesoriere Maria Antonietta Pari si è recata alla Cerimonia di consegna del XXII Premio Internazionale per i Diritti Umani “Ludovic Trarieux” 2017 nella splendida cornice di Palazzo Franchetti a Venezia.

Quest’anno l’importantissimo Premio, che annovera tra i premiati anche nomi del calibro di Nelson Mandela, è stato assegnato all’Avvocato Mohammed al-Roken.

La storia di al-Roken è emblematica: è un Avvocato degli Emirati Arabi Uniti che si è distinto per aver difeso vittime di violazioni dei diritti umani negli Emirati e che è per questo attualmente detenuto. Mohammed al-Roken aveva assunto la difesa di alcuni delicati casi politici contro il governo che nessun altro avvocato avrebbe accettato e per questo motivo sta scontando una condanna a 10 anni di reclusione.

“Il tributo degli avvocati ad un avvocato” come viene chiamato il Premio “Ludovic Trarieux” rappresenta il più antico e prestigioso riconoscimento riservato ad un avvocato che con il proprio impegno, la propria attività e le proprie sofferenze si è battuto per la difesa dei diritti dell’uomo, per la supremazia del diritto, per la lotta contro il razzismo e l’intolleranza.

Un modo per non dimenticare i difensori assassinati, imprigionati o perseguitati per aver garantito il diritto fondamentale alla difesa e la salvaguardia dei diritti civili.

Fonte: Varie