martedì 14 novembre 2017 16:43
LA POSIZIONE DI FUPI-CSDL E FPI-CDLS

San Marino. Federazioni Pubblico Impiego CSU contro i tagli agli stipendi dei dipendenti pubblici

San Marino. Federazioni Pubblico Impiego CSU contro i tagli agli stipendi dei dipendenti pubblici

'Piuttosto sarebbe il caso di prevedere controlli su dichiarazioni quantomeno sospette'

SAN MARINO. Le Federazioni Pubblico Impiego della CSU intervengono sul tema dei tagli lineari agli stipendi dei dipendenti pubblici, contro i quali hanno avviato anche una raccolta firme. "Piuttosto sarebbe il caso di prevedere controlli su dichiarazioni quantomeno sospette", scrivono.


Prosegue la raccolta firme promossa dalle Federazioni Pubblico Impiego della CSU, contro i prelievi forzosi sui salari del pubblico impiego. Ricordiamo che domani (mercoledì 15 novembre) le Federazioni saranno presenti all'Ospedale di Stato, ove ha sede l'ISS, mentre giovedì 16 novembre saranno al Centro uffici Tavolucci a Borgo Maggiore, per consentire ai lavoratori interessati di queste due grandi strutture di porre la propria firma. Dalla prossima settimana la petizione sarà portata capillarmente sul territorio nei diversi uffici e strutture della PA, per permettere ad ogni dipendente pubblico di aderire alla raccolta firme; è comunque sempre possibile firmare presso la sede CSU.

La questione al centro della petizione è molto importante, e non sta tanto nel fatto di volere difendere lo 0.50% "espropriato" ai dipendenti pubblici attraverso una legge di bilancio (provvedimento che presenta anche problemi di costituzionalità) quanto, invece, la direzione che ha intrapreso questo Governo.
L'Esecutivo ha istituito un tavolo di confronto sulla spesa pubblica, a cui ha dato mandato di identificare aree di intervento e di risparmio; ma a quanto sembra fino ad oggi, tale occasione di confronto è stata incapace di produrre risultati apprezzabili.
Quale potrebbe essere allora lo scenario più probabile ad un solo mese dall'approvazione della legge di bilancio? Vista la carenza di proposte da parte di chi è deputato a farne, non vi sarebbe niente di più semplice che effettuare un bel taglio lineare sugli stipendi pubblici, di cui lo 0.50% potrebbe essere stato solo una anticipazione...

Leggi comunicato