domenica 26 novembre 2017 11:59
COMITES

San Marino. Il Comites ringrazia la Commissione Pari-opportunità

San Marino. Il Comites ringrazia la Commissione Pari-opportunità

Assente solo un gruppo consiliare

SAN MARINO. Il Comites ringrazia la Commissione Pari opportunità ed esprime la propria soddisfazione per la partecipazione alla Tavola rotonda in cui sono stati presentati due progetti di legge di iniziativa popolare.

[C. S.] Vorremmo ringraziare enormemente la Commissione Pari-opportunità per la bella tavola rotonda organizzata con quasi tutto lo scenario politico (mancava un solo gruppo consigliare) lo scorso giovedì 23. La soddisfazione di aver sentito comune accordo sui temi da noi affrontati nelle due proposte di legge di iniziativa popolare da parte di tutta la Politica, ci fa ben sperare che presto si possa avverare nel più breve tempo possibile. Abbiamo sottolineato che la legge sulla cittadinanza contiene in se una discriminazione che deve essere tolta quanto prima per non perpetrare ancora tale reato su altri cittadini. San Marino è un paese che deve dare opportunità e non toglierle; deve utilizzare al meglio le risorse che ha e non bistrattarle, scoraggiarle e disperderle. Lo stato del futuro, per noi, non può che essere equo con regole giuste e uguali per tutti. I tempi devono essere consoni all'attualità, che oggi vedono in ogni ambito una drastica diminuzione di tempistiche, pur rispettando le dimensioni di un piccolo Stato. Per questo si è preferito ampliare le prescrizioni che l' ECRI ( Comisione europea sulle discriminazioni), che restituisce a San Marino dal 2002. Oggi non possono esistere leggi che sanciscano discriminazioni. Per lo sviluppo del paese serve invitare la brava gente a fare impresa e famiglia nel territorio, e questi chiedono semplicemente rispetto: per le proprie origini, per la propria cultura e per i propri diritti umani maturati. Il rispetto reciproco e il Dialogo sono essenziali per la crescita di tutti e quindi dello stato. Pertanto grazie, a chi dialogando con noi ha capito il nostro comune sentire. I cittadini Sammarinesi sono pronti ad aprirsi e a riconoscere che tutti devono avere gli stessi diritti maturati, e che non si può chiedere di rinunciare ad una propria identità, violando profondamente l'essere umano. Noi siamo pronti a restituire con il nostro impegno, con la correttezza e con l'amore il loro riconoscimento. Quindi ringraziamo anche la Maggioranza e l'Opposizione , per il supporto e la comprensione; per averci spronato ed ascoltato; per esser scesa allo stesso piano con noi in un DIALOGO aperto e franco, e senza più punti di privilegio. Siamo veramente felici, dopo l'enorme lavoro e gli incontri fatti, che su questa questione TUTTI si siano ritrovati in comune accordo .

Il presidente del COMITES

Fonte: Comites