martedì 28 novembre 2017 11:26
UNIVERSITA' DI SAN MARINO

Crowdfunding & Blockchain: Università di San Marino incontro con gli esperti di economia digitale

Crowdfunding & Blockchain: Università di San Marino incontro con gli esperti di economia digitale

Alberto Giusti, coordinatore dell'iniziativa, spiega le ragioni dell'evento del 30 novembre, aperto al pubblico: “Il Titano può diventare un centro di eccellenza dove le tecnologie vengono sperimentate sul campo”

SAN MARINO. Intervista ad Alberto Giusti, fra i coordinatori dell'iniziativa.

“Crowdfunding & Blockchain: the Game Changers” è il titolo del convegno che giovedì 30 novembre porterà all’Università degli Studi della Repubblica di San Marino una serie di esperti e addetti ai lavori per parlare delle prospettive offerte dall’economia digitale. Fra i coordinatori dell’iniziativa, organizzata dall’Ateneo in partnership con Pragmata Institute nella sede dell'Antico Monastero di Santa Chiara, compare Alberto Giusti, che oltre a un'approfondita conoscenza del settore è fondatore di Guanxi, società internazionale di consulenza strategica digitale che nel 2015 ha ricevuto il Google Award come preferred partner in Italia.

Si avvicina un evento che prevede oltre una dozzina di relatori per capire quali sono le possibilità offerte dalle raccolte fondi su larga scala per società ad alto tasso tecnologico e dall'utilizzo della moneta elettronica conosciuta come Bitcoin. Di cosa si tratta?

Il crowdfunding potrà essere nel prossimo futuro una forma di finanziamento sempre più diffusa per finanziare non solo start-up ma anche progetti di sviluppo su aziende tradizionali, nonché uno strumento a disposizione delle aziende per abbassare il livello di rischio nel lancio di nuovi prodotti e servizi. Rappresenta un supporto straordinario nel nuovo mondo in cui viviamo: ognuno di noi certamente lo userà, meglio iniziare per tempo per non perdere le opportunità.

Qual è il trend che sta interessando questo settore a livello globale?

Il crowdfunding sta superando come raccolta fondi il mondo del venture capital. E la stima è che continui a raddoppiare. I Bitcoin sono arrivati recentemente a 8mila dollari, tanto è il valore di una unità di questa moneta elettronica. Credo che questi due semplici dati facciano capire la portata dei cambiamenti in atto.

Quale ruolo può giocare San Marino in questa cornice, e con quali opportunità?

Per il Titano può rappresentare un’occasione unica. Dal punto di vista regolamentare e normativo il crowdfunding e la blockchain non sono normati a livello internazionale, in quanto non se ne comprendono ancora le reali potenzialità. San Marino, insieme ad altri pochi Paesi

al mondo come per esempio Singapore e l’Estonia, può diventare un centro di eccellenza dove le tecnologie vengono sperimentate sul campo. Essere i “first mover” è fondamentale nel mondo digitale.

Possono emergere anche ritorni non strettamente legati al mondo della finanza, per esempio nel settore del turismo?

Certo. Dare la possibilità a tutte le attività commerciali di San Marino di ricevere pagamenti in Bitcoin, per esempio, può costituire un elemento differenziante e attrarre la curiosità di un turismo diverso e inesplorato. E’ come dire: vieni a vivere un’esperienza in Bitcoin, fatti una vacanza per capire il turismo di domani. Inoltre il crowdfunding è una fonte di finanziamento di progetti nel settore turistico: un ambito tutto da sviluppare.

L’evento “Crowdfunding & Blockchain: the Game Changers” avrà inizio alle ore 10 ed è possibile grazie al sostegno di Banca CIS - Credito Industriale Sammarinese e il patrocinio della Segreteria di Stato alle Finanze e della Segreteria di Stato Istruzione e Cultura, nonché dell'Associazione Nuove Idee Nuove Imprese.

L’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili del Titano ha accreditato l’iniziativa per la formazione professionale dei suoi iscritti.

Per accedere all’evento in via gratuita è necessario registrarsi seguendo la procedura accessibile dalla homepage del sito web dell’Ateneo, www.unirsm.sm.