domenica 3 dicembre 2017 07:00
RASSEGNA STAMPA

San Marino. 150 assunzioni di sammarinesi e 80 nominative di frontalieri

San Marino. 150 assunzioni di sammarinesi e 80 nominative di frontalieri

I dati dell’Ufficio del Lavoro

L'Informazione di San Marino : Primi dati della Legge Sviluppo: 150 assunzioni di sammarinesi e 80 nominative di frontalieri / Ecco tutte le modifiche apportate in materia del lavoro

SAN MARINO. I dati dell’Ufficio del Lavoro a circa due mesi dall’approvazione della Legge Sviluppo, relativi alle assunzioni, sono numeri che fanno ben sperare. 150 le assunzioni di residenti e sammarinesi, 50 avviati sfruttando gli incentivi, 20 con l’apprendistato, mentre sono 80 i frontalieri ad aver trovato lavoro in Repubblica. Più della metà con assunzione nominativa, quindi con il versamento da parte del datore di lavoro del 4,5% in più. “Dati estremamente soddisfacenti – ci tiene a sottolineare il Segre- tario al Lavoro Andrea Zafferani - con circa 150 assunzioni di sam- marinesi e residenti e 80 frontalieri (in gran parte con l’applicazione del 4,5%, che ci porterà importanti risorse da destinare alle Politiche Attive). E’ il segno che la libera- lizzazione del mercato, l’elimina- zione di una serie di sovrastrutture e burocrazia, può darci risultati incredibili in termini di sviluppo.” “Se c’è un incremento dell’occupa- zione non può che essere positivo” commenta il Segretario Generale della Cdls. E’ però ancora troppo presto per una valutazione di merito, prima servono dati certi e poi – spiega Stefanelli - “occorrerà verificare la qualità delle assunzio- ni oltre che la quantità”. Di seguito le modifiche apportate in materia del lavoro dalla Legge del 29 settembre 2017 n. 115 e Decreto Delegato 19 ottobre 2017 n. 119 È una delle principali novità introdotte dalla Legge 115, viene riconosciuta la parità di trattamento ai dipendenti assunti sia che siano iscritti alle liste di avviamento al lavoro sia che non siano iscritti, stante quanto stabilito dal comma 11 dell’art. 5 della Legge 115: “I lavoratori non iscritti alle liste di avviamento al lavoro, fermo restando quanto previsto al comma 9, godono dei medesimi trattamenti normativi dei lavoratori iscritti alle liste di avviamento al lavoro, anche rispetto alla durata dell’assunzione, del conseguente permesso di lavoro ed al periodo necessario per la tra- sformazione del rapporto di lavoro a tempo indeterminato. I lavoratori non iscritti alle liste di avviamento al lavoro che hanno già raggiunto, presso la stessa impresa, il periodo di cui all’articolo 13 comma 1 del decreto 156/2011 (18 mesi) acqui- siscono il diritto all’assunzione a tempo indeterminato a decorrere dal 1 luglio 2018.” Pertanto i frontalieri possono essere assunti a tempo indetermi- nato oppure a tempo determinato (in base all’art. 16 della Legge 131/2005 – es. lavoratori stagionali) (...)