martedì 5 dicembre 2017 23:42
L'INFORMAZIONE DI SAN MARINO

San Marino. Banca Centrale, le statistiche trimestrali arenate a marzo scorso

L'Informazione di San Marino

Efficienza banca centrale? il sito indietro di due anni 

La pubblicazione della relazione sull’attività di Bcsm ferma al 2015. Le statistiche trimestrali arenate a marzo scorso

Antonio Fabbri

La scorsa settimana i dipendenti di Banca centrale si sono riuniti in assemblea per contestare le prese di posizione del Consiglio Grande e Generale, che ha approvato un ordine del giorno per il “dimagrimento” di Via del Voltone, e per diminuire il contributo pubblico erogato alla struttura. Banca Centrale, da quando si chiamava Istituto di Credito Sammarinese, è stata per certi versi anche la stratificazione di influenze, pure nell’organico, della politica sammarinese su Via del Voltone. I dipendenti riuniti in assemblea presso la Csu hanno espresso in un comunicato il loro risentimento verso il dibattito sviluppatosi in Consiglio Grande e Generale, rivendicando la propria professionalità e competenza. Va però detto che se a metro di giudizio dovesse essere preso il sito ufficiale della Banca centrale, qualche riflessione andrebbe fatta. 

Considerando infatti che i dipendenti di Bcsm – struttura da oltre 7 milioni di stipendi l’anno - sono in attesa di ricevere oltre alla tredicesima, anche la quattordicesima e rilevato che a maggio hanno riscosso il premio produzione nonostante l’invito del Direttivo a rinunciarvi, alcuni aspetti sul mancato aggiornamento del sito non possono passare inosservati.

Già nella home page, nella sezione “prospettiva internazionale”, il documento più aggiornato che compare è una relazione risalente al 18 aprile del 2015, e inserita nel sito l’8 maggio di quell’anno, del Ministro dell’economia italiano Pier Carlo Padoan, al Fondo Monetario Internazionale. Possibile che qualcuno possa aver pensato che non ci fossero documenti più recenti di interesse in materia, sta di fatto che quella sezione del sito è ferma a due anni fa.

Ma non va meglio per la documentazione interna. Ad esempio nell’area “Pubblicazioni e statistiche”, nella sezione “Sistema finanziario e dati statistici”, l’ultimo report è del marzo 2017, per quanto riguarda i dati trimestrali. Non sono pubblicati i dati dei trimestri successivi che avrebbero dovuto essere fruibili a giugno e settembre. Se una prerogativa di promozione e serietà di un sistema bancario e finanziario è quella di avere tempestivamente a disposizione dati sempre aggiornati e pressoché in tempo reale, il fatto che il sito di Bcsm sia indietro di due trimestri lascia a desiderare.

Non va meglio per quanto riguarda la pubblicazione delle relazioni consuntive sull’attività di Banca Centrale. “Lo Statuto della Banca Centrale prevede che la Banca risponda del raggiungimento delle proprie finalità al Consiglio Grande e Generale, che ne nomina il Presidente, i membri del Consiglio Direttivo nonché il Presidente del Collegio Sindacale. Coerentemente alle responsabilità affidatele dallo Statuto, la Banca ha il dovere e il privilegio di relazionare annualmente il supremo Organo legislativo circa l’attività svolta e l’andamento del sistema finanziario della Repubblica”, si legge nello stesso sito. In teoria, quindi, le relazioni dovrebbero essere pubblicate a disposizione di tutti gli utenti. Ebbene anche la pubblicazione della relazioni sull’attività di Bcsm è ferma al 2015.