martedì 5 dicembre 2017 20:58
L'INFORMAZIONE DI SAN MARINO

San Marino. Consiglio Giudiziario, si arriva seguendo l’iter previsto dalla legge

L'Informazione di San Marino

Occhi puntati sul Consiglio Giudiziario 

Dopo le tensioni di questi giorni si riunisce oggi. Verrà depositata tutta documentazione della Commissione affari di giustizia 

Antonio Fabbri

Si arriva al Consiglio Giudiziario Plenario seguendo l’iter previsto dalla legge che la maggioranza ha ritenuto di seguire dopo che in Commissione Affari di Giustizia gli ultimi riferimenti del magistrato dirigente hanno fatto emergere fatti definiti “gravi” dai membri della commissione, relativi a pressioni della politica sulla magistratura e a vicende interne alla magistratura.

La riunione del Consiglio Giu- diziario Plenario è prevista per questa mattina a partire dalla 9 e 15. Presenti in questo organismo sia i membri della Commissione Affari di Giustizia sia i membri togati, i magistrati con maggiore anzianità di servizio. Il Consiglio giudiziario plenario è presieduto dalla Reggenza. Nella riunione di oggi, dunque, verranno depositati e messi a disposizione di tutti i membri del Consiglio giudiziario la relazione del dirigente assieme ad un documento integrativo. Saranno depositati anche i verbali delle sedute. Una volta consegnata la documentazione della Commissione affari di giustizia si aprirà il dibattito in seno all’organismo plenario.

L’opposizione, intanto, insiste nel dire che la convocazione del Consiglio giudiziario plenario non s’aveva da fare e sarebbe una pressione sulla magistratura. La maggioranza dal canto suo sottolinea di avere seguito quello che prevede la Legge Qualificata, considerato che il Consiglio giudiziario plenario è l’organismo nel quale portare le questioni “gravi” sollevate in Commissione affari di giustizia. Per contro “non necessariamente anche quello che è previsto per legge deve essere per forza percorso. E’ una questione di scelte e su queste non ci siamo”, ha detto Denise Bronzetti, una dei dimissionari della Commissione affari di giustizia, nella trasmissione “A carte scoperte” di Rtv. Come dire che si può scegliere se rispettare la legge o meno.