giovedì 7 dicembre 2017 21:56
L'INFORMAZIONE DI SAN MARINO

San Marino. Perquisizione: l’ex dg Raffaele Capuano ha sporto denuncia

L'Informazione di San Marino

Vicenda perquisizione: anche l’ex dg ha sporto denuncia

L’esposto sarebbe stato depositato da Capuano nei giorni immediatamente successivi all’accaduto

Antonio Fabbri

Vicenda della perquisizione nell’appartamento assegnato all’ex direttore di Bcsm, anche lo stesso Raffaele Capuano ha presentato denuncia. L’esposto per l’accaduto sarebbe stato depositato dall’ex direttore ormai due settimane fa, praticamente all’indomani dell’accaduto. La richiesta alla magistratura sarebbe dunque di fare luce su quella che l’ex direttore ritiene una violazione di domicilio e dei propri diritti individuali come aveva d’altra parte indicato a chiare lettere nella missiva di dimissioni lamentando carenza di certezze giuridiche.

Anche Capuano, dunque, ha presentato un esposto perché venga fatta chiarezza su quanto avvenuto.

Nella sua lettera di dimissioni, d’altra parte, aveva parlato di “perquisizione domiciliare dell’appartamento messo a mia disposizione dalla Banca avvenuta in mia assenza e senza la mia autorizzazione” con la quale “si è verificata una gravissima violazione dei miei diritti individuali”.

Sulla vicenda, come noto, anche il governo aveva presentato un esposto. Dall’opposizione avevano per contro minimizzato l’accaduto queste le dichiarazioni. Federico Pedini Amati (MdSi) nella conferenza stampa del 24 novembre: “Abbiamo motivo di credere con certezza che a Roma non pensano che le dimissioni di Capuano siano arrivate per l’accesso all’appartamento”.

Roberto Ciavatta (Rete) nella conferenza stampa del 27 novembre: “A me è giunta informazione che sia arrivata un’altra mail di Capuano, un’altra comunicazione istituzionale, dove scagiona completamente la possibilità che sia stata la perquisizione a mandarlo via. Ad oggi non è emersa. Provate a sentire con la magistratura, con la gendarmeria, col governo, se è vero che c’è questa lettera e perché non è stata resa nota”. Per ora, più che “scagionare” la perquisizione, è emerso che l’ex direttore Raffaele Capuano abbia presentato denuncia per quei fatti.