lunedì 12 febbraio 2018 17:49
COMUNICATO CONGIUNTO

San Marino. Governo e Sums, i dubbi di Rete-Mdsi

San Marino. Governo e Sums, i dubbi di Rete-Mdsi

SAN MARINO. "Comprando le azioni di SUMS sopravvalutandole, il governo compra anche il suo silenzio? Leggiamo che la SUMS rinuncia a tutte le impugnazioni in Tribunale". Lo scrivono Rete - Mdsi, intervenendo dopo la cessione a Carisp delle quote residue della Società Unione Mutuo Soccorso.

Come si fa a togliere di mezzo un azionista scomodo? Ce lo racconta la parabola discendente del rapporto tra governo e SUMS. Cerchiamo di riassumere. SUMS era socio di minoranza di Cassa di Risparmio con il 7,21% delle quote. Dal 2012 al 2015 SUMS ha conferito quasi 15 milioni di euro per ricapitalizzare Cassa di Risparmio e ha trascorso tutto il 2017 a cercare di tutelare i propri investimenti, non risparmiando critiche al governo di Adesso.sm nella gestione della "banca dei sammarinesi". 
Ha espresso contrarietà e denunciato i rischi del silurare il vecchio CdA di Cassa di Risparmio per nominare il CdA di Monte Paschi (quello in cui pare che i membri inviassero email a uno dei debitori del sistema bancario, Francesco Confuorti).

Leggi il comunicato. 

 

Fonte: RETE