mercoledì 14 febbraio 2018 07:27
RASSEGNA STAMPA

San Marino. Marisa Neri difende le iniziative di promozione turistica del Governo

San Marino. Marisa Neri difende le iniziative di promozione turistica del Governo

Critiche alle parole dell'Usot

L'Informazione di San Marino: Marisa Neri critica aspramente le parole dell’Usot e difende le iniziative di promozione turistica del Governo / “Citando Guccini, troppe bocche che parlano e poche teste che pensano”


SAN MARINO. Anche Marisa Neri, già membro dell’Unione Sammarinese Commercianti (Usc), interviene nella diatriba tra il Governo e l’Unione Sammarinese Operatori del Turismo (Usot). Difende le iniziative del Governo e della Segreteria volte alla diversificazione del mercato turistico cercando altri mercati, e non risparmia critiche agli attacchi dell’Usot, definiti “vere e proprie corbellerie”. (...)

“La querelle fra Usot e Segreteria Turismo non accenna a placarsi. I toni di Usot pubblicati sabato scorso stanno assumendo cervellotico parossismo. Ancora una volta si snocciolano progetti senza il minimo nesso fra voli e realtà. Noi Sammarinesi siamo uno strano popolo, pronti a manifestare un sentimento giustizialista quando, meravigliati, ci accorgiamo di essere stati ingannati da coloro ai quali avevamo dato il mandato a governarci. Riserviamo lo stesso trattamento a coloro che successivamente, ci chiedono sacrifici per cercare di rimediare i danni provocati in precedenza. (....)

Quando Usot attacca la Segreteria Esteri dichiarando che è un’anomalia che sia il nostro ambasciatore in Vietnam ad occuparsi di turismo per di più rappresentato da ospiti poveri e quindi inutili, si scrivono delle vere e proprie corbellerie. Si dimostra che non si conosce la filosofia che regge l’impianto. Conosco e condivido il progetto così detto turistico proteso ad allargare le frequentazioni verso San Marino per creare un circolo economicamente virtuoso, capace di produrre ricaduta positiva sull’intero Paese. E’ riduttivo ricondurne la valenza al solo centro storico, dal quale però dovrebbe partire lo stimolo mentre constatiamo che questo stesso si rifiuta di partecipare agli incontri promossi. Si spara nel mucchio forse per creare turbolenze al fine di raggiungere scopi accarezzati e non manifestati a tornaconto di qualcuno. Amici del direttivo e associati Usot, se volete essere protagonisti non buttate a priori le opportunità, rendetevi conto che a forza di ricercare un falso unanimismo, in questo Paese non si riesce a cambiare neanche una sedia. Come ho sentito dire dal musicista Francesco Guccini: Ci sono troppe bocche che parlano e troppo poche teste che pensano”. (...)

Leggi

l'intera lettera di Marisa Neri pubblicata dopo le 21

L'intervento dell'USC su L'informazione  del 15-02-'18

La replica di Marisa Neri all'Usc su L'informazione del 16-02-'18