lunedì 14 maggio 2018 23:27
L'INFORMAZIONE DI SAN MARINO

San Marino. Marino Cecchetti: Tutto è cominciato con Banca del Titano

L'informazione di San Marino

Tutto è cominciato con Banca del Titano

Marino Cecchetti

Hanno tenuto banco ultimamente negli ambienti della politica le notizie giudiziarie relative all’ex Direttore di Banca Centrale (Bcsm), Lorenzo Savorelli, ed al gruppo finanziario facente capo a Francesco Confuorti, un imprenditore molto presente al Meeting di Rimini.

Anche nel settore bancario-finanziario avremo dunque sviluppi giudiziari tipo Conto Mazzini? Si sa di faccendieri che hanno usufruito - senza restituirli - di soldi pubblici con l’avallo dei vertici di Banca Centrale e dei politici. Hanno sfruttato il credito di imposta stanziato  per proteggere i depositanti.

Tutto è cominciato con Banca del Titano (Bdt).

Il 15 ottobre 2007 lo Stato eroga 16milioni di euro a favore degli acquirenti di Bdt. Dieci giorni dopo,  nell’atto di cessione, firmato dal Presidente di Bcsm, è scritto che lo Stato non è creditore.  Insomma una regalia perfetta. A comprare, di fatto, anche se non risulta nell’atto,      sarebbe stata Banca Tercas di Teramo, di nascosto da Bankitalia. Questo sotterfugio è stato la classica goccia che ha indotto Giulio Tremonti ad assalire il Titano,  la Caverna di Alì Babà?

La vicenda Bdt-Tercas è di strettissima attualità. Le persone che figurano come  ‘compratori’ della Bdt sono sotto processo a Roma perché coinvolti nel crac di Tercas. In continuazione, nelle udienze, si parla di San Marino e di Bdt (poi Smib). C’è molto materiale utile, negli atti di quel processo,  anche per il Tribunale sammarinese. Basta una rogatoria per acquisirli, quei documenti. Documenti che sarebbero utili anche al nuovo presidente di Banca Centrale, Catia Tomasetti,  per capire meglio  la questione del credito di imposta, oltre che il caso Savorelli-Confuorti.

A proposito di documentazione, la Tomasetti  riuscirà ad andare a vedere negli armadi di via del Voltone e farne, eventualmente,  partecipe il Tribunale? Questo è  l’augurio dei sammarinesi onesti, visto quanto è capitato a Grais ed a Capuano.