sabato 4 agosto 2018 07:04
RASSEGNA STAMPA

San Marino: Don Marco Scandelli dopo le polemiche, Monica Raschi

San Marino: Don Marco Scandelli dopo le polemiche, Monica Raschi

« I preti pedofili esistono e siamo noi sacerdoti i primi a doverci ribellare, tenere gli occhi aperti e denunciare.

Monica Raschi Il Resto del Carlino: L'intervista a don Marco Scandelli dopo le polemiche sul post di facebook / «Basta omertà sui bambini abusati: i sacerdoti denuncino i preti pedofili» 

SAN MARINO Un prete che abusa di una bambina di 10 anni: la notizia scatena il dolore e la giusta ira di don Marco Scandelli, 38 anni, laurea in Lettere, Filosofia, Teologia, parroco di Borgo che affida il suo grido di rabbia a Facebook, con alcune riflessioni (piuttosto che andare con un bambino, andare con un adulto consenziente o, al limite, con un animale) che scatenano centinaia di commenti sul web e non solo. E’ scoppiato un bel caos. «Mi sono scusato ufficialmente, anche attraverso un comunicato stampa, se le persone si sono sentite offese. Io ho un grande rispetto per gli animali, sono stato educato così dai miei genitori e sono vegetariano. Quella frase era una iperbole che però non andava detta, mi accorgo di avere fatto un errore dettato dal dolore per una notizia così orrenda. Ho scritto quel post di getto». (...)

 «Comunque le persone hanno ragione, perché i preti pedofili esistono e siamo noi sacerdoti a primi a doverci ribellare, tenere gli occhi aperti e denunciare. I vertici della Chiesa stanno agendo ma è nel piccolo che c’è omertà. Quel prete che andava con quella bambina aveva 70 anni: non si diventa pedofili a quell’età, non viene fuori da un giorno all’altro Possibile che nessuno sapesse? Perché nessuno ha parlato? Ecco la mia rabbia, il mio dolore. E quelle parole che hanno ferito alcune persone ne sono la conseguenza, di cui mi scuso ancora. Ma io dico basta: noi sacerdoti dobbiamo fare sentire la nostra voce». (...)