domenica 5 agosto 2018 07:40
RASSEGNA STAMPA

San Marino. La sommossa del pane e del vino

San Marino. La sommossa del pane e del vino

Una protesta nata nelle bettole di Borgo, tra un bicchiere di vino e una partita a carte

Davide Pezzi. L'informazione di San Marino: La sommossa del pane e del vino / Sull’onda degli ideali napoleonici, una rivolta contro la gestione del potere da parte della nobiltà.

SAN MARINO. Nella primavera del 1797, in concomitanza con l’arrivo di Napoleone in Italia e delle sue simpatie per San Marino, nasce anche in Repubblica la volontà di attuare riforme di natura politica e sociale. Si sviluppa così una sommossa popolare, che più tardi verrà definita “giacobina”. E per non tradire la sua origine popolare, questa insurrezione nacque a causa del pane e del vino. Nell’aprile del 1797 alcuni cittadini presentano ai Capitani Reggenti Giuliano Belluzzi e Girolamo Paoloni un’Istanza d’Arengo in cui si chiedeva in sostanza un pane più buono, visto che da un po’ di tempo non aveva un gran sapore, e di bloccare l’esportazione del vino fuori confine per evitare di ridurne le scorte, e conseguentemente di vederne aumentare il prezzo. (...)