giovedì 16 agosto 2018 17:48
ARRESTO A SAN MARINO

San Marino. Arrestato ieri dalla Polizia Civile cittadino bosniaco residente a Corpolò

San Marino. Arrestato ieri dalla Polizia Civile cittadino bosniaco residente a Corpolò

Fermato, la persona non portava con sé alcun documento di riconoscimento ed il suo veicolo era privo di documenti e di assicurazione

SAN MARINO. Ieri la Polizia Civile ha fermato e arrestato un bosniaco residente in Italia.

[c.s.] In data 15 agosto alle ore 16.55 circa, una pattuglia Sezione Pronto Intervento del Corpo Polizia Civile veniva allertata circa la presenza di una persona che stava disturbando gli avventori della stazione di servizio Tamoil in via Tre Settembre a Serravalle.
Gli Agenti della Polizia Civile, giunti sul posto, fermavano il soggetto che si apprestava ad allontanarsi a bordo della sua Renault Clio con targa italiana.
Il soggetto non portava con se alcun documento di riconoscimento ed il suo veicolo era privo di documenti e di assicurazione, da più approfonditi accertamenti l'individuo risultava essere A. A. classe 1986, cittadino bosniaco residente a Corpolò. A. A. risultata non aver mai conseguito la patente di guida ed inoltre pendeva su di lui un mandato di arresto emesso dal Tribunale di San Marino nel 2015 per una pena alla prigionia di un anno e sei mesi.
Da controlli eseguiti presso la Questura di Rimini emergevano poi numerosi e significativi precedenti penali tra i quali furto aggravato, ricettazione, minacce, porto abusivo di armi, associazione a delinquere e possesso ingiustificato di grimaldelli. Lo stesso, risultava inolte essere in violazione degli arresti domiciliari in Italia con manomissione del dispositivo di controllo "braccialetto elettronico".
Il cittadino bosniaco, veniva quindi tratto in arresto dagli Agenti di Polizia Civile e tradotto in carcere ove espierà la pena a cui era stato condannato.
Ulteriori indagini sono in corso per capire rapporti e frequentazioni del soggetto.