domenica 3 marzo 2019 07:44
RASSEGNA STAMPA

San Marino. Cronaca del tragico Natale del 1925

San Marino. Cronaca del tragico Natale del 1925

Davide Pezzi. Cronaca del tragico Natale del 1925Nella notte tra il 24 e il 25 dicembre un grosso masso si staccò dalla rupe piombando sulle case di San Giovanni.

Risalgono a circa un anno fa le ultime notizie relative a frane e crolli a San Marino. Ai primi di marzo del 2018, infatti, a seguito dello scioglimento della neve per il repentino innalzamento delle temperature dovuto a vento di libeccio e delle intense precipitazioni che avevano fatto seguito alle nevicate di qualche giorno prima, un po’ in tutto il territorio della Repubblica erano stati registrati dissesti idrogeologici, anche se non di grave entità. Anche negli anni precedenti non erano mancate frane e smottamenti, dovuti certo in parte a fenomeni atmosferici di particolare intensità, ma anche alla natura stessa del Monte Titano, caratterizzato da una forte pendenza soprattutto sul versante che si affaccia sulla pianura che porta al Mare Adriatico. Ed è proprio questo lato del monte quello più interessato, nel corso degli anni, da crolli e cadute di massi, tra la fine dell’800 e l’inizio del 900, alle spese spesso del sobborgo di San Giovanni sotto le Penne. Attualmente il rischio di crolli e cadute-massi viene contrastata da opere di contenimento come paramassi, reti e cavi di acciaio, e chiodatura delle pareti di roccia collocate in punti strategici della rupe e installate da esperti rocciatori. (...)

Tratto da L'informazione di San Marino