venerdì 15 marzo 2019 17:12
L'INTERVENTO

"Giustizia, il clima di scontro ha creato solo instabilità"

"Giustizia, il clima di scontro ha creato solo instabilità". 

Lo afferma il Coordinamento di Riforme e Sviluppo. "Per la prima volta ci sentiamo in dovere di intervenire in un tema così delicato come quello della Giustizia, in quanto crediamo opportuno puntualizzare alcuni concetti. Riteniamo infatti che il clima di scontro,  quasi da stadio creatosi all’interno dell’aula consiliare sul tema giudiziario abbia  solo ed esclusivamente generato instabilità ed incertezza creando una situazione quasi caotica all’interno dello stesso tribunale".

"Noi su questo argomento - prosegue il comunicato - abbiamo più volte richiamato alla riappacificazione tra le parti, come dimostrano i vari interventi fatti dal nostro rappresentante consiliare Dalibor Riccardi; con lo stesso spirito anche ieri lui ha deciso di non intervenire durante il dibattito, ma solo nelle repliche del comma 9 apertosi ieri nel primo pomeriggio, richiamando nuovamente in maniera esplicita alla responsabilità dell’aula, comunicando inoltre l’intenzione di sottoscrivere solo ed esclusivamente  odg di indirizzo comune fra tutte le forze politiche. Dopo svariati tentativi di mediazione, filtrava un ampio ottimismo sul risultato che si stava raggiungendo con soddisfazione di quasi tutti, quasi perché a notte inoltrata l’improvviso ennesimo blitz, ha fatto si di non riuscire ad elaborare un indirizzo comune da esprimere verso l’organo giudiziario. Non abbiamo assolutamente mai voluto essere un soggetto politico che strumentalizzava determinate situazioni, ne tantomeno identificarci in coloro che contribuivano a diversificare l’operato dei magistrati, quindi oggi in noi resta un sentimento di tristezza e malinconia, confermiamo e sottoscriviamo quanto espresso dal Consigliere Dalibor Riccardi, il quale durante le dichiarazioni di voto ha definito l’atteggiamento dell’aula come ennesima occasione persa nonché ulteriore caduta di stile, decidendo infine di non partecipare al voto di due odg diversi fra maggioranza ed opposizione".

"Ci Auguriamo davvero che la Politica torni ad essere protagonista anche su questo tema ricominciando a far sentire nuovamente la propria voce in maniera condivisa, unica strada secondo il nostro punto di vista per riuscire a ridare serenità e collaborazione al nostro sistema giudiziario, mettendoci quanto prima alle spalle questo periodo difficile e triste della nostra storia" conclude il comunicato.   

Fonte: Varie