lunedì 25 marzo 2019 08:13
CROLLO TERMICO DURANTE LA NOTTE E PRIME ORE DI MARTEDI'

San Marino. Meteo: dopo il caldo, venti di tempesta, temporali, freddo e neve che sfiora il Titano

San Marino. Meteo: dopo il caldo, venti di tempesta, temporali, freddo e neve che sfiora il Titano

 

Confermata la previsione che abbiamo elaborato giovedì scorso. Dopo un weekend da spiaggia con temperature oltre i 20°C in pianura, in poche ore tutto cambierà: tra questa notte e le prime ore della mattina di domani (martedì 26 marzo) l'inverno lancerà un nuovo freddo ruggito.
Un fronte perturbato freddo alimentato da aria artica marittima sta scendendo dalla Scandinavia, attraversando la Germania, diretta verso i Balcani, il nordest Italia e le regioni del medio-alto adriatico.
Il forte contrasto dei venti freddi in discesa dal nord Europa e l'aria più calda che si è andata a posizionare sui bassi strati del centro-nord Italia sarà la miccia che innescherà il maltempo che questa notte-prime ore del mattino interesserà soprattutto le zone che si affacciano sul medio-alto Adriatico, dunque litorale veneto ed Emilia Romagna (in parte anche Marche settentrionali) con forti raffiche di bora e tramontana che potranno raggiungere localmente i 100 km/h con moto ondoso in forte aumento.
Il picco del maltempo è previsto da questa notte e le prime ore del mattino di domani (martedì 26 marzo) e oltre al forte vento, si prevede la formazione di nuvole convettive temporalesche con rovesci di pioggia anche intesi e localmente di natura grandinigena in alcune zone del litorale veneto e dell'Emilia-Romagna (dove è attiva una allerta gialla della Protezione Civili dell'Emilia-Romagna).
Maltempo nella notte anche a San Marino con forti raffiche di vento, rovesci temporaleschi e un crollo termico che porterà ad un veloce abbassamento della quota della neve, non si esclude che durante il picco delle precipitazioni nella parte più alta di San Marino la pioggia si possa a tratti trasformarsi in neve creando ulteriori disagi (a partire dalle prime ore del mattino dalle 2 alle 5/6)
Il fronte perturbato sarà comunque molto veloce, già nel corso della mattina di domani, martedì 26 marzo, i fenomeni andranno ad esaurirsi e si apriranno ampie schiarite già nella seconda parte della giornata. Il vento si manterrà comunque forte da est/nordest.
Lo strascico di questa zampata invernale si farà sentire anche i giorni a seguire, con la temperatura minima attorno allo zero in città e venti freddi da est. Il cielo sereno e la presenza del sole potranno garantire temperature più gradevoli durante il giorno.