lunedì 8 aprile 2019 06:30
RASSEGNA STAMPA

"San Marino, monte salari 2018: svetta ancora la manifattura"

Manifatturiero: cresce ancora il monte salari

Meno imprese ma più occupati: gli oltre 161 milioni del 2017 sono diventati 181. Lordi medi a confronto: per il pubblico +6.500 euro

Con un balzo di oltre 20 milioni rispetto al 2017 il settore (che ha visto una contrazione del numero di imprese ma una crescita occupazionale) si conferma “volano” del Paese

ALESSANDRO CARLI Anche nel 2018 l’industria manifatturiera ha confermato il suo ruolo di “principale erogatrice” di economia di San Marino, registrando il monte salari (l’ammontare complessivo delle retribuzioni lorde percepite dai lavoratori dipendenti, ndr) più elevato del Monte Titano e ribadendo quindi – attraverso i numeri - la sua importanza strategica per il Paese sia come “motore” di sviluppo che come capacità di generare “benessere” per i dipendenti che lavorano.  (...)

Una performance, quella della manifattura della Repubblica, che continua a fare da “locomotiva” all’intero settore privato: nel report firmato dall’Ufficio Informatica, Tecnologia, Dati e Statistica sui dati dell’Istituto per la Sicurezza Sociale (ISS), al 31 dicembre 2018 il “tetto” complessivo ha superato i 400 milioni (419 milioni e 773 mila euro per la precisione). Mentre nel 2016 il monte salari aveva raggiunto i 388 milioni, nel 2017 “l’assegnone” si era spinto sino a quota 397 milioni e 826 mila euro. Il tutto, va ricordato, nonostante la contrazione del numero delle imprese private: erano 4.991 al 31/12/2016, 4.996 al 31/12/2017 e 4.918 al 31/12/2018. Negli ultimi 12 mesi quindi il territorio ha “perduto” 78 imprese.

Quello che è cambiato invece è il numero dei dipendenti del settore privato, passato da 14.888 unità di fine 2016 a 15.128 del 2017 e 15.672 dello scorso anno (+544 lavoratori tra il 31 dicembre 2017 e il 31 dicembre 2018). E a “tirare” l’aumento della forza lavoro è stato proprio il manifatturiero che, dopo aver chiuso il 2016 con 5.464 dipendenti e il 2017 con 5.621 persone a busta paga, lo scorso anno ha dato lavoro a 6.199 uomini e donne. (...)

Articolo tratto dal settimanale Fixing

Fonte: Fixing