mercoledì 1 maggio 2019 07:17
RASSEGNA STAMPA

Il Segretario di Stato Eva Guidi ha incontrato la proprietà di Banca Cis

Il Segretario di Stato Eva Guidi ha incontrato la proprietà di Banca Cis

Il Segretario alle Finanze ha incontrato la proprietà del Cis

Monica Raschi, Il Resto del Carlino San Marino: Crisi banche, si spera negli aiuti europei /  Nessun investitore o soluzione all’orizzonte. Restano solo gli accordi con la Ue

L’incontro tra i vertici di Banca Cis e il segretario alle Finanze, Eva Guidi c’è stato, come da richiesto dalla stessa proprietà dell’istituto che ha i conti bloccati ormai da mesi. Ma all’orizzonte non c’è ancora nulla che permetta alla banca di uscire dalla tragica crisi del commissariamento. «Ci siamo visti come era stato richiesto dalla proprietà del Cis molto tempo fa – conferma il ministro Guidi –. Ma ho preferito che avvenisse dopo la ratifica del decreto salva-banche che ha autorizzato la proroga della sospensione dei pagamenti per ulteriori 90 giorni (l’ultima proroga scade il 23 maggio: da qui partono altri tre mesi, ndr). Sono state fatte alcune considerazioni che riguardano la continuità aziendale, quindi la situazione dei dipendenti, i risparmiatori e gli imprenditori. Ed erano presenti tutti gli azionisti, compresi l’ingegner Marino Grandoni e l’ex direttore generale Daniele Guidi».(...)

L'augurio dell’esecutivo è che finalmente arrivi un’offerta che possa tirare fuori dalle secche il Cis e, allo stesso tempo – conditio sine qua non – essere ritenuta valida da Banca Centrale. Se questa non dovesse giungere – visto che nemmeno quattro mesi di ulteriore blocco dei conti correnti non sono poi così tanti – l’altra speranza è che venga messa in atto quella che viene definita ‘operazione di sistema’: altre banche sammarinesi vengono in aiuto del Cis.  (...)

 La speranza  sta negli accordi con l’Europa per accedere al bacino dei finanziamenti, agreement che il governo spera di riuscire a chiudere entro l’estate. (...)