giovedì 2 maggio 2019 14:11
FRONTALIERI

L'UCS: "Caso targhe, qualcosa si muove"

L'UCS:

"UCS non ha fatto cadere nel dimenticatoio la questione “caso targhe”, continuando a chiedere, segnalare e sollecitare a chi di dovere la problematica".

Lo evidenzia in un comunicato l'Unione Consumatori Sammarinese. "Così - aggiunge - come seguiterà a sollecitare soluzioni e proporne per tutti quei casi macro e singoli che ci segnalano i nostri iscritti a cui non sempre arrivano risposte celeri ed esaustive. Abbiamo continuato ad avere una buona interazione col Segretario agli Esteri Nicola Renzi, che ci ha sempre risposto celermente e con reale spirito di collaborazione; ma purtroppo fino ad oggi la situazione sembrava non avere soluzioni prossime. 
Ora sembra che il Governo Italiano si prepari a correggere i "danni collaterali" provocati dalla nuova legge sicurezza che sanziona chi si mette alla guida di un veicolo con targa straniera, limitatamente ai frontalieri alla guida di auto aziendali del Principato di Monaco, Svizzera e San Marino per i quali la deroga per motivi di lavoro non è prevista dal decreto".

Leggi il comunicato integrale