martedì 14 maggio 2019 06:55
L'INFORMAZIONE DI SAN MARINO

Bcsm replica al prof. Cecchetti

L'Informazione di San Marino: Bcsm replica al prof. Cecchetti
Gentile Direttore, a seguito della pubblicazione sull’edizione odierna de “L’Informazione” dell’articolo intitolato “Le ricadute dei guai della Lega” a firma di Marino Cecchetti, nel quale si riportano, travisandole, le dichiarazioni rilasciate dall’avv. Catia Tomasetti, Presidente di Banca Centrale, alle agenzie di stampa, si richiede venga rettificato il seguente passaggio “… La Presidente di Banca Centrale, Catia Tomasetti, lunedì 6 maggio si è affrettata – sua sponte – ad assicurare che il prestito concesso da BAC a Siri per acquistare un immobile a Bresso (MI), è stato erogato secondo le regole bancarie non meno rigorose di quelle italiane o europee ...”. Infatti la Presidente Tomasetti ha rilasciato alle agenzie di stampa la seguente dichiarazione: “… Io non faccio parte della vigilanza, come previsto dalle normative, ma posso presumere che i controlli siano stati fatti con dovuta diligenza. Suppongo che anche il prestito in esame sia stato oggetto di un controllo particolarmente accurato da parte delle autorità preposte. Sono certa che se un domani andassero a vedere le procedure e i controlli effettuati dalle autorità sammarinesi, non ci sarebbero rilievi da muovere.” che come vede non significa che la Presidente ritiene che il finanziamento sia stato erogato nel rispetto delle norme  ma che, ove non lo sia stato, la stessa si ritiene certa che i presidi di controllo delle autorità sammarinesi preposte (Banca Centrale e AIF) abbiano funzionato e si siano attivati tempestivamente per tutti i necessari approfondimenti ed azioni. Nessuna valutazione è stata dunque espressa dalla Presidente di Banca Centrale circa la regolarità o la presunta irregolarità della concessione creditizia né si è espressa in alcun modo sull’operatività di Banca Agricola Commerciale nella concessione del mutuo, ma solamente sui presidi di Banca Centrale ed AIF, dei quali si ribadisce l’efficienza e l’efficacia. Si richiede dunque di voler provvedere, ai sensi dell’art. 3 della Legge 211/2014, alla rettifica di quanto riportato nel citato articolo con risalto analogo a quello riservato al brano giornalistico cui la rettifica si riferisce, in quanto il testo, oltre a travisare – come già precisato – porta ad un’errata interpretazione delle dichiarazioni dell’avv. Tomasetti da parte dei vostri lettori. Si comunica che, in difetto, la Presidente di Banca Centrale sia personalmente, che in ragione del ruolo che riveste, intraprenderà tutte le iniziative necessarie o opportune volte a tutelare la sua reputazione personale e professionale.
Bcsm servizio segreteria 

Segue il seguente commento: Per completezza di informazione si riporta sotto la schermata di “RaiNews” che pubblica anche un’altra parte della dichiarazione rilasciata all’agenzia Agi dalla Presidente di Bcsm. Dichiarazione, rilasciata nel contesto del cosiddetto “Caso Siri”, in cui la Presidente afferma che “...c’è un particolare rigore delle banche stesse, che hanno degli iter maggiorati in caso di personaggi politicamente esposti...”. Ciascuno può così valutare il significato delle parole dette.