sabato 8 giugno 2019 07:41
RASSEGNA STAMPA

Ciavatta dà in escandescenza e insulta Fiorini in Ufficio di presidenza

Ciavatta dà in escandescenza e insulta Fiorini in Ufficio di presidenza

Roberto Ciavatta dà in escandescenza e insulta Matteo Fiorini in Ufficio di presidenza

L’esponente di Rete, mentre si discute la proposta sulla programmazione dei lavori, sbotta e offende il consigliere di Rf che decide di dimettersi. 

ANTONIO FABBRI“Stronzo... vaffanculo... pezzo di merda...”, parole ripetute da Roberto Ciavatta più volte all’indirizzo del consigliere Matteo Fiorini. Un copione già visto, ma che comincia a ripetersi un po’ troppo spesso e che questa volta ha investito come mai era successo una alta sede istituzionale: l’Ufficio di presidenza del Consiglio Grande e Generale. Un comportamento che, si spera, stavolta non trovi la giustificazione dei suoi e della minoranza, che finora ha però taciuto. Queste sono le inqualificabili parole che Roberto Ciavatta, consigliere di Rete, ha rivolto in Ufficio di presidenza al consigliere Matteo Fiorini, prima di uscire dalla riunione sbattendo la porta e lasciando basita persino la Reggenza, che avrebbe ora gli strumenti e la possibilità di redarguire il consigliere retino. (...) Di fronte ad una tale inerzia,a quanto si sa, Fiorini avrebbe presentato alla Reggenza una lettera di dimissioni con le motivazioni della sua drastica decisione.

Articolo tratto da L'informazione di San Marino 

Leggi l' articolo integrale di Antonio Fabbri pubblicato dopo le 23