lunedì 10 giugno 2019 23:15
DA L'INFORMAZIONE DI SAN MARINO

L’Istituzione è stata stuprata ...ma c’è chi sostiene che è anche colpa sua.

L’Istituzione è stata stuprata ...ma c’è chi sostiene che è anche colpa sua.

L’Istituzione è stata stuprata ...ma c’è chi sostiene che è anche colpa sua perché indossava la minigonna

ANTONIO FABBRI Suona esattamente così. La cosa più raccapricciante, quando si legge nelle cronache di un qualche caso di stupro, è l’affermazione dei “benpensanti” che giustificano: “Beh, però è anche un po’ colpa di lei che passeggiava di notte indossando la minigonna”.

I benpensanti, nel caso del Ciavatta furioso, sono quelli che accusano gli altri di esserlo e si affrettano a giustificare, sostenere, avallare un comportamento indegno. Non c’è molto da far ragionamenti da avvocatucoli che devono difendere l’indifendibile. E’ facile facile da capire. Però, per fare un esempio che comprendano anche gli avvocatucoli, è come se Di Maio e Salvini si lanciassero le parole di ciavattiana prassi mentre si trovano davanti a Mattarella e poi si giustificassero: “Eh però io stanotte ho dormito poco e lui mi ha guardato storto”.

La complicità degli ignavi fa più paura dell’arroganza dei prepotenti. Altro che i discorsetti piccini dei sottoposti! Qui l’Istituzione è stata reiteratamente stuprata... e c’è chi continua a sostenere che è anche colpa sua perché indossava la minigonna.

Articolo tratto da L'informazione di San Marino