venerdì 21 giugno 2019 15:46
RETE-MDSI

"Telecomunicazioni, situazione fosca e preoccupante"

"La partita che si sta giocando sul settore delle telecomunicazioni e in Public Netco è sempre più fosca e preoccupante per il nostro Paese".

Lo afferma RETE - MDSI. "San marino Rtv ci avvisa della sottoscrizione di un contratto da 12 milioni di euro con il colosso cinese ZTE, 7,5 milioni dei quali destinati agli apparati per la rete mobile e 5 milioni a servizi di gestione della rete. Da tempo denunciamo come Public Netco sia stata trasformata da opportunità per San Marino ad autentico buco nero per le nostre casse, priva com'è di controlli da parte della Pubblica Amministrazione".
 
"Ci chiediamo - prosegue il comunicato - come si possa firmare un contratto per decine di milioni senza le dovute misure di partecipazione e trasparenza. 
Non ci risulta che vi sia stata alcuna pubblicazione e nemmeno la condivisione di alcun progetto sulle telecomunicazioni con i cittadini o con le Giunte di Castello. Nemmeno ci sembra  che siano stati previsti siti dove posizionare le infrastrutture. Non sappiamo se siano state richieste e concesse le autorizzazioni necessarie". 
 
Rete - MDSI chiede dunque "al Segretario Zafferani, al di là dei buoni propositi espressi a parole, di produrre pubblicamente la documentazione che attesti quale sia stato il processo di selezione di ZTE.  Oltre ad indicarci i documenti prodotti per attestare che tali cifre siano frutto di un adeguato processo competitivo tra le aziende presenti sul mercato che avvantaggi il nostro Stato. Senza questi documenti, significa che si sta impegnando un intero Stato al buio per decine di milioni, senza un'adeguata trasparenza dei costi e del processo di selezione. 
La situazione a noi pare molto nebulosa e pericolosa e chiediamo, ancora una volta, di sospendere qualsiasi contratto fino a quando non verrà fatta la necessaria chiarezza".
Fonte: RETE-MD