domenica 7 luglio 2019 23:00
RASSEGNA STAMPA

I magistrati, a San Marino, non sono ... giudicabili. Lirio Abbate, L'Espresso

I magistrati,   a San Marino, non sono ... giudicabili. Lirio Abbate, L'Espresso

Invano il Collegio dei Garanti ha invitato il legislatore ad intervenire

Necessario un 'giudice speciale' competente sulle cotoversie fra magistrati

LIVIO ABBATE (L'ESPRESSO): Magistrati sotto processo. Ma nessuno li può giudicare. Un paradosso che blocca tutta la macchina giudiziaria nella piccola Repubblica
(...) Già a marzo dello scorso anno c'era stata una forte scossa giudiziaria nel Titano quando il Consiglio Giudiziario Plenario, l'organismo di autogoverno della magistratura di San Marino, ha sfiduciato prima e revocato poi il dirigente del Tribunale Unico, perché secondo loro aveva "tenuto comportamenti non improntati all'equilibrio", omesso di organizzare il lavoro dei magistrati portando "ad uno stato di disfunzionalità del Tribunale". Avrebbe inoltre "violato il segreto istruttorio riferendo fatti  e presunti autori di reati e omesso di denunciare pressioni da parte di politici nei confronti di alcuni giudici".
Ne seguirono una serie di denunce reciproche fra magistrati (alcuni procedimenti sono adesso fermi) e una spaccatura evidente all'interno del Tribunale, impegnato, dopo la "Tangentopoli del Titano"  e "Conto Mazzini", in un'altra delicata inchiesta sull'acquisto, tra il 2016 e il 2017, di titoli finanziari detenuti da privati. (...)

Articolo  di Lirio Abbate, "Lo strano caso di San Marino", tratto da L'Espresso di domenica 7 luglio 2019

Lirio Abbate si è occupato altre volte di San Marino, in particolare in occasione di "Mafia capitale", per i collegamenti frequenti con San Marino dei personaggi  (esempio Carminati) coinvolti, alcuni dei quali, già noti a San Marino, in quanto  provenienti da ambienti vicini alla Banda della Magliana (esempio Virgili). 

Fonte: Varie